Juventus Napoli, respinto il ricorso: restano sconfitta e penalizzazione

Il caso della partita non giocata tra Juventus e Napoli, respinto il ricorso: restano sconfitta e penalizzazione per gli azzurri.

(VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Confermato il 3-0 a tavolino a favore della Juventus nella sfida contro il Napoli. Questa non venne giocata poiché i partenopei non partirono per la trasferta. Inoltre, confermato il punto di penalizzazione per la squadra di Gattuso. La Corte Sportiva di Appello Nazionale conferma quindi il verdetto del giudice sportivo.

Leggi anche: Juventus Napoli, parla il presidente Preziosi: “Spettacolo indegno”

Questo il dispositivo della sentenza di oggi: “La Società ricorrente merita di essere sanzionata con la sconfitta a tavolino dell’incontro Juventus-Napoli, previsto per il giorno 4.10.2020, oltre alla penalizzazione di un punto in classifica da scontarsi nella corrente stagione sportiva”. Insomma, il Napoli quella partita avrebbe dovuto giocarla.

Leggi anche: Juventus Napoli, il ministro Spadafora: “Il campionato va ripensato”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il caso del match non giocato tra Juventus e Napoli: ecco le motivazioni

Nelle motivazioni, si legge: “Contrariamente a quanto sostenuto in ricorso, non si è trovata affatto nella impossibilità oggettiva di disputare il predetto incontro, avendo, invece, indirizzato, in modo volontario e preordinato, la propria condotta nei giorni antecedenti all’incontro nel senso di non disputare lo stesso, con palese violazione dei fondamentali principi sui quali si basa l’ordinamento sportivo, ovvero la lealtà, la correttezza e la probità”.

La tesi difensiva del Napoli, difeso dall’avvocato Mattia Grassani, sosteneva che la squadra di Rino Gattuso fu impossibilitata a mettersi in viaggio verso Torino, sede della partita, perché bloccata dalla Asl. Si ricorderà che nelle file partenopee erano stati riscontrati i casi di positività al Coronavirus di Zielinski ed Elmas. Il Napoli si sarebbe costruito “un alibi per non giocare” contro la Juventus, e questo sarebbe dimostrato dalla “cancellazione del volo charter, ma, soprattutto, l’annullamento della prenotazione dei tamponi”.

Juventus Napoli