Lockdown Lombardia: cosa si può fare nella zona rossa, tutte le misure

La Lombardia è entrata nell’elenco delle Regioni diventate zona rossa. Vediamo quali saranno le restrizioni e le chiusure per questo lockdown.

Dpmc e viaggi: cosa cambia

Venerdì 6 novembre entrerà in vigore il nuovo Dpcm che impone misure altamente restrittive per le zone rosse. Questo lockdown temporaneo durerà circa due settimane, dopodiché ci saranno nuove valutazioni effettuate dal Ministero della Salute.

Leggi anche -> Covid, seconda ondata: curva, picco, durata e tutto ciò che c’è da sapere

I parametri che saranno presi in considerazione sono 21. Il Ministero della Salute prenderà quindi in considerazione il numero delle persone con il Covid, la percentuale di tamponi positivi, il numero di focolai, il numero effettivo di posti letto e la loro occupazione. Si capisce che ci saranno molte variabili a determinare la collocazione di una Regione in una determinata fascia.

Vediamo le restrizioni in Lombardia con il nuovo lockdown

Le limitazioni imposte ai cittadini sono molto simili a quelle del primo lockdown. Non si potrà entrare o uscire dalla Regione se non per comprovate esigenze (lavoro, salute, emergenze). Sono vietati anche gli spostamenti all’interno del territorio salvo per motivazioni lavorative o di salute. Non ci si potrà neanche recare dai parenti (solo casi di necessità) o fare gite. L’unico caso in cui si può transitare nella Regione è se ci si sta spostando tra due territori con restrizioni minori. In ogni caso, è sempre necessario portare con sé l’autocertificazione in cui si dovranno indicare le motivazioni e le generalità.

Per scaricare l’autocertificazione CLICCA QUI.

Lockdown

Le uniche scuole aperte saranno i nidi, le scuole per l’infanzia e le prime medie. Per tutti questi alunni sarà obbligatorio l’uso della mascherina. Per gli altri studenti sarà prevista la didattica a distanza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Saranno chiuse “le attività di servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) ad esclusione delle mense e del catering continuativo”. Rimangono aperti: farmacie, parafarmacie, alimentari, tabacchi, edicole, librerie, negozi di abbigliamento per bambini, negozi di computer e elettronica, negozi di calzature per bambini, negozi di biancheria, ferramenta, profumerie, negozi di fiori, negozi di articoli sportivi, lavanderie, concessionarie di auto e moto, negozi di biciclette. Chiusura anche dei mercati rionali, salvo quelli di sola vendita di generi alimentari. Sono aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante, sulle autostrade, negli ospedali e aeroporti.

Si potrà praticare l’attività sportiva solo all’aperto e in forma individuale in prossimità dell’abitazione. Si dovrà sempre indossare la mascherina (anche per la corsa). Palestre e centri sportivi saranno chiusi.

Leggi anche -> Dpcm, tutte le misure: zone rosse, gialle, arancioni, cosa si può fare

(Getty Images)