Lockdown zone locali: interessate Piemonte, Lombardia e Calabria

Il lockdown non sarà più a livello nazionale, ma come ha svelato lo stesso Premier Conte alla Camera ci saranno già macro-zone prese in esame

nuovo Dpcm lockdown Conte

Mancano soltanto poche ore, poi il premier Conte firmerà il nuovo Dpcm che dovrebbe andare in vigore a partire da domenica, 4 novembre. Come ha svelato alla Camera l’Italia sarà divisa in tre zone con la divisione per soglia dell’indice di trasmissibilità Rt. E così a rischiare al momento il lockdown potrebbero essere Calabria, Piemonte e Lombardia visto che queste ultime hanno un Rt pari a 2, mentre la regione più a sud è a 1,66.

Leggi anche: Coronavirus Italia: oggi scendono i contagi, ma anche i tamponi

Leggi anche: Coronavirus Milano, situazione gravissima: “Lockdown subito”

Lockdown zone locali, prese già diverse misure ristrettive

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Novità importanti anche in Liguria con il presidente della Regione, Giovanni Toti, che ha dato l’ok per allestire un ospedale aggiuntivo anti-Covid nel padiglione “Jean Nouvel” della Fiera di Genova. Il via libera è arrivato anche dal sindaco del capoluogo ligure, Marco Bucci, con l’ospedale che verrà utilizzato soltanto in caso di necessità: “Il padiglione della Fiera di Genova potrebbe sostituire le funzioni svolte dalla nave-ospedale nella primavera scorsa, ossia ospitare le degenze di medio-bassa intensità e i positivi dimessi dagli ospedali”. Infine, provvedimenti presi anche nelle Marche con l’Università che passerà al 100% in modalità didattica a distanza, mentre la capienza dei mezzi pubblici al 50%. Nelle prossime ore è prevista così l’entrata in vigore del nuovo Dpcm.