Marta Bassino, chi è: vita e carriera della sciatrice italiana

Giovane talento italiano, Marta Bassino è una celebre sciatrice che ha conquistato una serie di risultati molto importanti.

(Andreas Schaad/Getty Images)

Originaria di Borgo San Dalmazzo, nel cuneese, classe 1996 Marta Bassino inizia a sciare a due anni, avviata dal padre maestro di questa disciplina e suo allenatore fino a quando la ragazza non ha 14 anni. I primissimi successi arrivano alla fine degli anni Duemila, quando nelle edizioni 2009 e 2011 del trofeo Topolino conquista lo slalom gigante per la categoria ragazze.

Leggi anche: Federica Brignone, chi è: vita e carriera della sciatrice italiana

Ha esordito nelle competizioni della Federazione Internazionale Sci nel dicembre 2011, a Moso in Passiria, arrivando 19ª in slalom gigante e non concludendo lo slalom speciale. Un paio di mesi dopo, arriva anche l’esordio in Coppa Europa e nella stagione 2012-13 ha ottenuto anche i primi punti, con alcuni piazzamenti.

Leggi anche: Mia Canestrini, la ‘ragazza dei lupi’: chi è la nota zoologa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La sciatrice Marta Bassino, futuro dello sci azzurro

(Alexis Boichard/Agence Zoom/Getty Images)

A febbraio 2013 ha partecipato ai Mondiali juniores del Québec, piazzandosi 6ª nella discesa libera, ma non concludendo le gare di supergigante e di slalom gigante. Entra nel 2013 nell’Esercito, quindi il 27 gennaio 2014 ha vinto la sua prima gara di Coppa Europa, lo slalom gigante di Sestriere. In quell’anno ottiene ben 5 piazzamenti tra le prime dieci in slalom gigante: questo le vale il 17º posto nella classifica generale e il 4º in quella di slalom gigante. Sempre nel 2014, a febbraio, vince la medaglia d’oro nello slalom gigante ai Mondiali juniores di Jasná.

Esordisce così in Coppa del Mondo, entrando tra le prime venti nello slalom gigante di Lenzerheide. Quindi ha vinto il suo primo titolo nazionale assoluto, in slalom gigante a Livigno. Nell’annata 2014-2015 Marta Bassino è entrata a far parte della squadra nazionale B, partecipando a otto tappe di Coppa del Mondo e ottenendo il 6º posto nello slalom gigante di Åre. Si qualifica così per le finali di Coppa del Mondo a Méribel, concludendo al 10º posto lo slalom gigante. Arriva ottava nella prima manche ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015, ma esce nella seconda. A livello juniores, continua intanto a ottenere piazzamenti. Dal 2016 è inserita nella selezione nazionale di Coppa del Mondo, ottenendo vari piazzamenti a punti in discesa libera, slalom gigante e combinata. Ai Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018, sua prima presenza olimpica, si è classificata 5ª nello slalom gigante, sfiorando così il podio e l’anno dopo ai Mondiali di Åre ha vinto la medaglia di bronzo nella gara a squadre. Partecipa a tutte le discipline, ottenendo piazzamenti: diviene la prima sciatrice italiana in grado di salire sul podio in cinque diverse specialità. Due finora le sue vittorie in Coppa del Mondo.