Scherzo Oppini, Stefania Orlando difende Tommaso: “Era divertente”

Stefania Orlando va in controtendenza e difende Tommaso riguardo allo scherzo fatto ad Oppini che ha causato il finimondo.

Tommaso Zorzi ci ha preso gusto a fare scherzi agli altri coinquilini e pensava di aver trovato in Francesco Oppini la spalla ideale. Tuttavia il figlio di Alba Parietti non ha gradito l’ultima trovata dell’influencer milanese. Zorzi, infatti, ha finto di essersi innamorato di lui e dopo averlo sussurrato all’orecchio di Elisabetta Gregoraci e Maria Teresa Ruta, lo ha detto al diretto interessato. Nel farlo, però, non riusciva a smettere di ridere e Oppini ha capito che non era vero: “Non sei credibile, stai ridendo e hai bevuto”.

Leggi anche ->Lo scherzo di Zorzi finisce male, Francesco Oppini: “Parlerò coi miei legali”

Ciò che nessuno si aspettava è che Francesco poi reagisse in maniera veemente. Se l’è presa persino con Elisabetta Gregoraci, accusandola di avergli retto il gioco. Poi andato via dalla stanza ha continuato a lamentarsi, dicendo: “Non me lo doveva fare, ha esagerato”. Parlando con Enock e Zelletta, poi, ha aggiunto: “Poi ne parliamo con i miei legali”.

Leggi anche ->Oppini e Zorzi, le esperienze a letto sono hard: cosa hanno detto

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Stefania Orlando rincuora Tommaso: “Non hai fatto nulla di male”

Tommaso Zorzi ci è rimasto male per la reazione di Oppini e non si è riuscito a capacitare del perché l’abbia avuta. Così, al termine della lite, si è confidato con Stefania Orlando, cercando di ripercorrere tutta la situazione per capire dove era stato offensivo: “Ho fatto uno scherzo alle due di notte, davanti a tutti e ho sempre difeso il suo rapporto con la fidanzata”. Stefania è d’accordo con lui e dice: “Lo scherzo era carino”.

Ma Tommaso non si dà pace e cerca di trovare una spiegazione: “Lui quando si è arrabbiato con Elisabetta, lei ci è rimasta male. Vuole recuperare per lei, ma questa è una mia sensazione”. Stefania cerca di rincuorarlo e gli risponde: “Non ti torturare, non hai fatto nulla di male”.