Mamma disperata: aveva sconfitto il cancro, ora le restano pochi mesi di vita

Si chiama Natalie Sanders la giovane mamma in cerca di aiuto: dopo aver sconfitto il cancro la prima volta, una brutta ricaduta ha messo a rischio la sua vita. Le restano pochi mesi.

Una giovane mamma ha scoperto di avere meno di 12 mesi di vita poche settimane dopo che le era stato detto che aveva sconfitto il cancro. A Natalie Sanders è stato diagnosticato per la prima volta un tumore al seno nell’ottobre dell’anno scorso, dopo aver trovato un grosso e doloroso nodulo nel seno destro. La ventinovenne ha iniziato otto cicli di chemioterapia, ma il trattamento è stato bruscamente interrotto a marzo a causa della pandemia. A maggio, dopo un lungo percorso ospedaliero, le era stato detto che aveva sconfitto la malattia. Ma solo un mese dopo Natalie ha ricominciato a sentire dolore al seno. Inizialmente le è stato detto che probabilmente si trattava solo di un accumulo di liquidi, ma dal momento che il dolore continuava a peggiorare Natalie si è rivolta ad un consulente privato. I medici le diagnosticarono un cancro al seno di grado 4, che ha un’aspettativa di vita di 6-12 mesi.

Natalie ha detto: “Sono tornata un mese dopo perché avevo un po’ di dolore intorno al sito dove si trovava il tumore, ma il mio consulente era bloccato in Svezia, così ho visto un altro medico. […] Disse che pensava che fosse solo un accumulo di liquido, che era molto comune e non c’era nulla di cui preoccuparsi. Quel dolore andava e veniva per alcuni mesi. Solo a metà agosto ho iniziato a sentire un dolore lancinante. […] Una settimana dopo chiamai il mio consulente perché cominciavo a sentire molto più dolore e dovevo prendere farmaci più forti. Finii per chiamare il Servizio Sanitario Nazionale […] Il mio consulente mi ha detto che […] avevano bisogno di approfondire la questione, così mi hanno mandato a fare un’ecografia. Questo ha poi portato a una mammografia, che ha portato a una biopsia che ha poi portato a una TAC tutto nello stesso giorno. Avrei dovuto vedere il mio medico martedì, ma ho ricevuto una telefonata dall’infermiera il lunedì sera. Mi ha chiesto se sarei andata da sola all’appuntamento […], mi ha detto che avrei dovuto portare con me il mio compagno. […] Quando sono andata la mattina dopo ho capito subito che era tornato”. 

Potrebbe interessarti leggere anche –> Shannen Doherty cancro | L’attrice contro un male al 4° stadio in metastasi

Mamma 29enne sconfigge il cancro, poi la ricaduta: disperata chiede aiuto per poter veder crescere il suo bambino

Natalie racconta: “Dopo aver avuto il mio bambino, ho sentito un nodulo piuttosto grande sul seno destro. Si muoveva e si muoveva, non mi ha causato alcun dolore all’inizio. […] Ho pensato che forse avevo una ciste che aveva bisogno di essere drenata, così sono andata dal mio medico che mi ha mandato a fare un controllo”. I medici hanno subito capito che c’era qualcosa che non andava. Dopo la diagnosi, a causa della pandemia la chemioterapia è stata interrotta in anticipo, ma sembrava aver comunque funzionato e le è stato dato il via libera a marzo. Ma il suo mondo è andato in frantumi quando il dolore al seno è tornato il mese successivo.

“Mi hanno detto che avevo dai sei ai dodici mesi di vita, ma non posso accettarlo. Ho il mio piccolo bambino. Devo fare assolutamente tutto il possibile per stare con lui. Non posso proprio non vederlo crescere”. Natalie e il suo compagno Idress Mohammad sono alla ricerca di trattamenti alternativi, e sono stati messi in contatto con un fornitore di olio di cannabis in Canada. È stata lanciata una raccolta di fondi per aiutare la giovane famiglia a pagare l’olio di cannabis che spera possa aumentare il tempo che le rimane: anche se il trattamento potrebbe non eliminare completamente il cancro, spera che le dia più tempo prezioso con il suo bambino. L’olio costa circa 1400 sterline al mese, che la famiglia non può permettersi da sola. “Può funzionare o non funzionare, o funzionare solo per un periodo di tempo limitato, ma ora proverò qualsiasi cosa”, ha detto la giovane mamma.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!