Ragazzino disabile muore improvvisamente: la famiglia cerca disperatamente risposte

La famiglia di un ragazzino disabile morto improvvisamente cerca disperatamente risposte sulla causa del decesso.

Nel 2018 Darren Hudson ha partecipato al programma televisivo DIY SOS per cercare un’aiuto per le cure del figlio Ollie. Il ragazzo era nato con una malattia conosciuta come idrocefalo. La patologia comporta la presenza eccessiva di liquido spinale nel cervello che può causare danni cerebrali. La puntata è andata in onda un anno dopo ed ha permesso al padre, rimasto vedovo, di offrire le migliori cure possibili al figlio.

Leggi anche ->Verona, neonata uccisa dal Citrobacter: “Ci sono altri casi”

Tra marzo e aprile di quest’anno il giovane Ollie, 18 anni, ha accusato dei dolori addominali acuti. Il padre l’ha portato in ospedale per ben 4 volte e solo l’ultima il personale medico lo ha tenuto in osservazione. Il giorno seguente il ricovero i medici hanno chiamato il padre e gli hanno detto che dovevano parlargli. L’uomo era convinto che gli volessero comunicare la cura da seguire, ma invece gli hanno comunicato che era morto durante la notte.

Leggi anche ->Papà 33enne suicida: gli strazianti sms prima del gesto estremo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ragazzino disabile muore improvvisamente, il dolore del padre: “Voglio risposte”

Ollie è morto il 16 aprile scorso e due giorni più tardi la produzione del programma che l’aveva aiutato ha chiamato il padre per chiedergli se potevano ritrasmettere la puntata. Il padre li ha informati che il figlio era morto da poco ed ha chiesto loro di ritardare la messa in onda. Qualche tempo più tardi lo stesso Darren ha rilasciato un’intervista alla ‘CNN‘ per spiegare cosa era successo e per chiedere pubblicamente che gli venga fornita una risposta concreta.

L’uomo spiega: “Tutto ciò che mi è stato detto è che un’infermiera è andata a controllarlo e lo ha trovato incosciente. Non so dopo quanto tempo è andata a controllare”. Sia i medici che l’autopsia riportano come causa di morte un attacco improvviso di epilessia. A tal proposito il padre ha dichiarato: “Ci è stato detto solamente che si è trattato di una morte improvvisa, ma c’è ancora un’inchiesta aperta. E’ stato male per quattro settimane e alla fine è morto”.