Totò Savio, chi è la moglie Jacqueline Schweitzer: età, carriera, curiosità

Cantante, compositrice e attrice francese naturalizzata italiana, Jacqueline Schweitzer è stata la moglie del musicista Totò Savio. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lei. 

Jacqueline Schweitzer è una raffinata cantante, compositrice e attrice francese naturalizzata italiana. È stata anche, e forse soprattutto, la moglie del musicista, cantante e produttore discografico Gaetano Savio, meglio noto come Totò Savio. Conosciamola più da vicino.

Leggi anche –> Totò Savio, chi era: vita privata, carriera, curiosità sul grande musicista

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Jacqueline Schweitzer

Jacqueline Schweitzer, anche conosciuta come Jacky Salvi e Jacqueline Pleiade, è nata in Francia il 17 novembre 1934. Ha debuttato giovanissima in un programma televisivo francese del sabato sera. Nel 1966 come cantante solista del gruppo Jacqueline & i suoi Ragazzi si esibì al Cantagiro con la canzone Dipenderà da te, e nello stesso anno cantò nel 45 giri Sbaglierò/Ci devo pensare con il nome di Jacqueline.

Conobbe Totò Savio durante un tour in Francia di quest’ultimo e dopo poco tempo i due si sposarono. Nel 1968, con lo pseudonimo di Jacky Salvi, uscì il 45 giri Ti vestivi d’amore/non si può leggere nel cuore. Con il marito formò anche il duo musicale I Sanfrancisco e nel 1979 incise l’album Ma che avventura è, da cui fu estratto il brano Da lunedì. Jacqueline è stata una figura importantissima non solo nella vita del Maestro ma anche nella carriera artistica.

Dopo la morte di Savio nel 2004, Jacqueline ne porta avanti la memoria e il ricordo attraverso un sito web a lui dedicato (jacquelineetotosavio.it). Nel 2014 ha inoltre pubblicato Cuore matto. L’opera di Totò Savio nella storia della musica da «Maledetta primavera» agli Squallor (Arcana collana Musiqa). “Il Maestro Totò Savio era un rivoluzionario – ha scritto -, perché era un uomo gentile, e come dice il libro Cuore, ‘la gentilezza è rivoluzionaria’”.

EDS