Lucio Dalla, il retroscena: “L’esordio fu disastroso”

0
10

Non tutti sanno che l’esordio artistico di Lucio Dalla, una vera e propria leggenda della musica italiana, fu a dir poco disastroso: ecco com’è andata. 

Male la prima. Contrariamente a quanto molti credono o immaginano, l’esordio artistico di Lucio Dalla – una  vera e propria leggenda della musica italiana e non solo – fu tutt’altro che un successo. Il cantautore bolognese fu protagonista all’inizio della sua carriera di esibizioni disastrose, con tanto di lanci di ortaggi e derrate alimentari…

Leggi anche –> Chi è Lucio Dalla: vita privata, carriera, amori, successi e morte del cantautore

Leggi anche –> Lucio Dalla, ecco come l’immensa eredità è stata dilapidata

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’inizio tutto in salita della carriera di Lucio Dalla

Nel 1964, poco più che ventenne, Lucio Dalla si esibì al Cantagiro, ma la sua performance artistica fu accolta con grande disprezzo da parte del pubblico presente. Lo stesso Gino Paoli, in occasione di un’intervista del 1979, ricordò quell’incredibile evento: “Fu un fiasco di rimarchevoli proporzioni: ogni sera raccattavamo una buona dose di fischi e di pomodori, uno spettacolo nello spettacolo, che durò quanto la manifestazione. Lucio, in ogni modo, si mostrò veramente un duro e non si lasciò abbattere”.

Nonostante quei primi insuccessi, infatti, a partire dal 1966 Lucio Dalla riuscì a riscattarsi formando un gruppo di accompagnamento con i musicisti de Gli Idoli, con i quali incise il primo album, intitolato 1999. In seguitò esordì al Festival di Sanremo, in collaborazione con Jeff Beck. E pian piano si fece conoscere e apprezzare (anche) per le sue stravaganze caratteriali e fisiche. Già nel 1971 era un artista di grandissimo successo. E il resto è storia…

Leggi anche –> Lucio Dalla, chi è il compagno Marco Alemanno: età, vita e carriera

EDS