Zaia | ‘Coi centri per migranti più focolai di Covid in Italia’

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, accusa i migranti di alimentare i focolai in Italia. “Senza di loro ne avremmo avuti molti di meno”.

zaia
Luca Zaia si scaglia contro i migranti Foto dal web

Luca Zaia, governatore del Veneto, si scaglia contro gli sbarchi dei migranti ed attribuisce a questa continua circostanza che da sempre genera polemiche il sorgere di diversi focolai di Covid.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, italiani di ritorno dai Balcani sviluppano polmoniti interstiziali

In occasione di un meeting alla Confcooperative a Padova, l’esponente della Lega parla di un accordo firmato con il Governo e che risale allo scorso 13 aprile. Periodo durante il quale era in corso la quarantena totale che ha paralizzato tutta l’Italia. Tale accordo prevedeva già ai tempi l’utilizzo della mascherina a protezione di naso e bocca ed il rispetto del distanziamento fisico tra gli individui, con almeno un metro di spazio da soggetto a soggetto. “Chi resta a più di un metro invece può anche non indossare la mascherina. Ma non comprendo per quale motivo quegli stessi lavoratori che stanno vicini indossando le mascherine sul posto di lavoro non possono farlo anche sui mezzi di trasporto”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🔴 Ho partecipato oggi all’assemblea di Confcooperative Veneto. E ci ho tenuto a ringraziare il mondo della cooperazione perché durante l’emergenza Covid ci sono stati e ci sono. La squadra della sanità veneta li ha sentiti al suo fianco. Confcooperative Veneto rappresenta una grande realtà economica nel nostro territorio: le cooperative aderenti sono 1.212 per un fatturato complessivo di 6,6 miliardi di euro. Purtroppo, in questo momento storico, anche le cooperative soffrono della recessione causata dall’emergenza Covid-19 con l’ultima previsione del PIL che porta un segno largamente negativo tre volte superiore a quello registrato nel 2009. Proprio per questo, la Regione, mantenendo la stretta collaborazione che ci ha contraddistinto in questi anni, si impegna nella rimodulazione dei fondi comunitari per il sostegno alle cooperative che sono presenti in tutti i comparti produttivi, anche attingendo a quel plafond di 290 miliardi promesso dall’Unione Europea.

Un post condiviso da Luca Zaia (@zaiaufficiale) in data:

Zaia migranti, l’affondo del governatore del Veneto

Poi l’affondo sui migranti e sui centri che li ospitano. Stando a quanto affermato da Zaia, la loro presenza è la prova che dimostra come “queste persone dovrebbero essere subito mandate a casa loro. Perché se queste strutture non ci fossero non avremmo neppure diversi focolai”. Il presidente della Regione Veneto ha anche evidenziato come non ci siano più contagi nelle case di riposo per anziani. Parole che stanno già facendo discutere e che cozzano con i tanti episodi di irresponsabilità denotati anche da tanti italiani. Dagli assembramenti sulle spiagge e nelle discoteche al fornire false generalità per evitare di essere rintracciati. Fino agli episodi di violenza sui mezzi pubblici ai danni dei conducenti per colpa del mancato impiego della mascherina.

LEGGI ANCHE –> Dani muore a 26 anni, pochi giorni dopo la fine del lockdown