Chi è Pino Strabioli: età, curiosità, vita privata e carriera dell’attore conduttore

Chi è Pino Strabioli: età, curiosità, vita privata e carriera dell’attore, conduttore e regista teatrale protagonista anche in televisione.

Pino Strabioli è un attore e regista italiano con una smisurata passione per il teatro. Oltre ad essere un interprete talentuoso e versatile, è anche un bravissimo conduttore: alzi la mano chi non l’ha visto almeno una volta in tv. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Pino Strabioli

Pino Strabioli, all’anagrafe Giuseppe Strabioli, è nato a Porto San Giorgio (Fermo) il 26 luglio 1963, ma è cresciuto e ha studiato a Orvieto. Ha iniziato a lavorare in teatro nel 1986 sotto la guida di Patrick Rossi Gastaldi, con il quale ha preso parte a diversi spettacoli di cabaret. Con la Compagnia Stabile del Piccolo Eliseo è entrato poi nel cast di L’uomo, la bestia e la virtù di Luigi Pirandello e di Minnie la candida di Massimo Bontempelli.

Nel 1992 l’esordio in televisione a Telemontecarlo in T’amo TV, di Antonio Avati e Fabio Fazio, nel 1993 la chiamata alla conduzione di Complimenti allo chef di Giorgio Calabrese, nel 1994 è la volta di Senza fissa dimora di Pietro Galeotti. Nello stesso periodo Pino Strabioli inizia a collaborare con Rai 1 a Unomattina (edizioni 1993-94, 1994-95, 1995-96) e Unomattina estate.

Da segnalare poi, in ambito teatrale, la partecipazione a I viaggi di Gulliver nella versione di Paolo Poli, nella parte dell’autore Jonathan Swift,; e nella stagione 1999-2000 la conduzione di Souvenir d’Italie (di cui è anche autore) su Telemontecarlo. Dal 1999 al 2012 Strabioli è autore e conduttore della striscia quotidiana di Rai 3 Cominciamo bene – Prima, e per la stessa rete conduce il Cartellone di Palco e retropalco e Rivediamoli, oltre che rubriche settimanali dedicate allo spettacolo dal vivo all’interno dei programmi Apprescindere, Elisir e Quante storie.

Nel 2012 Strabioli prende il timone di That’s Italia con Filippa Lagerbäck su La7d, poi torna su Rai 3 in prima serata con due cicli di Colpo di scena: l’edizione del 2014 dedicata ai grandi protagonisti della scena culturale italiana e l’edizione 2016 dedicata ai figli che raccontano i padri. Nel 2015, su Rai 3 presenta E lasciatemi divertire (il titolo è un omaggio ad Aldo Palazzeschi), 8 puntate dedicate ai vizi capitali, protagonista Paolo Poli. Dal 2015 al 2018 è in tournée con Piera Degli Esposti nell’intervista spettacolo Wikipiera, e nelle stagioni 2015-2016 e 2016-2017 con Sister Act, regia di Saverio Marconi, nella parte di Monsignor O’Hara.

E ancora: nel 2016 Strabioli ha condotto la diretta del Premio Strega su Rai3 e lo Speciale Colpo di scena dedicato a Carla Fracci, nel 2017 ha presentato per Rai 3: SanremoPoli, Quella donna sono io; Parlo da sola, due puntate dedicate ad Anna Marchesini. Nel 2018, sempre su Rai 3, conduce Grazie dei fiori, 4 puntate sul Festival di Sanremoce una quinta puntata, Grazie dei fiori speciale Festival di Sanremo, sulla 68ª edizione dell’evento.

Nel 2019 torna in televisione con una nuova edizione di Grazie dei fiori, 10 puntate in compagnia di Gino Castaldo e In arte Mina, quindi in teatro con Christian De Sica nello spettacolo-concerto Christian racconta Christian de Sica. Sempre nel 2019 conduce la LXXIII edizione del Premio Strega, In arte Ornella Vanoni, In arte Gianna Nannini. E nel 2020 propone nuove puntate di Grazie dei fiori dedicate a 6 “ribelli” della musica italiana: Fred Buscaglione, Umberto Bindi, Gabriella Ferri, Rino Gaetano, Luigi Tenco, Franco Califano.

Della vita privata di Pino Strabioli si sa ben poco. Ha confessato di essere entrato a far parte del mondo della televisione grazie ad un regista, poiché è stato il suo amante per ben 16 anni: si tratterebbe di Patrick Rossi Gastaldi, noto anche per essere stato docente di recitazione della scuola di Amici di Maria De Filippi. Non sappiamo però se attualmente sia fidanzato o meno. Per il resto, Pino Strabioli cura la direzione artistica della stagione di prosa di “Palazzo Santa Chiara” a Roma e del “Teatro Comunale” di Atri (Teramo). E nel 2017 è stato eletto nel Cda dell’Associazione TeMa che ha in gestione il “Teatro Mancinelli” di Orvieto.

EDS

 

Gestione cookie