Dove vedere le tartarughe marine e i loro nidi in Italia? I siti protetti in Sicilia

Il WWF quest’anno ha registrato un boom di nidi di tartarughe marine lungo i litorali della Sicilia.

Dove sono i nidi di tartarughe marine in Italia
Piccoli di tartarughe marine – Pixabay

Le vacanze alla scoperta della natura e del mondo animale in questa estate 2020 stanno avendo un grandissimo successo. Sono molte le persone che, per paura del Covid-19, hanno optato per un viaggio lontano dalle mete più affollate. Così, se siete amanti delle tartarughe marine e vi piacerebbe vederle nel loro habitat naturale, la meta che fa per voi è la Sicilia. Come riporta il WWF infatti quest’anno nella bellissima isola nostrana c’è stato un vero e proprio boom di scoperte di nidi di tartaruga marina.

Dove nidificano le tartarughe marine in Italia?

Il WWF da sempre attento al monitoraggio e alla tutela dei luoghi dove nidificano le tartarughe marine ha trovato moltissimi nidi proprio in Sicilia. Come quello di Maganuco e a Isola delle Correnti a Portopalo in provincia di Siracusa.

I volontari e gli operatori del WWF, ma anche i comuni cittadini, monitorano infatti da sempre le spiagge della zona e, quando trovano le inconfondibili tracce delle tartarughe, avvisano gli addetti ai lavori che allertano la Capitaneria e la ripartizione faunistica locale affinché i nidi vengano protetti.

Grazie al progetto europeo Life Eurotutles si è creato così negli anni un vero e proprio network, una rete di collaborazione che coinvolge tutti coloro che abitano o visitano la Sicilia. Chi trova un nido di tartarughe allerta gli operatori del WWF che intervengono proprio per mettere in sicurezza tutta la zona.

View this post on Instagram

Oggi è la Giornata Mondiale delle tartarughe marine! 🐢🌎❤️ Noi la celebriamo con la storia di Vergemoli, tornata libera in mare, insieme alla piccola Cavriglia, domenica scorsa. Le due piccole tartarughe marine della specie Caretta caretta erano arrivate al Centro di Recupero Tartarughe Marine WWF di Molfetta subito dopo le mareggiate di fine anno. Gli individui in difficoltà recuperati dai pescatori e consegnati al Centro di recupero di Molfetta sono centinaia ogni anno. Ma, grazie all’aiuto delle marinerie di Bisceglie, Trani, Molfetta e dei pescatori da anni impegnati nel progetto tartarughe per la salvaguardia di questa specie, Cavriglia e Vergemoli sono state accompagnate circa 3 miglia a largo del porto di Bisceglie per tornare finalmente libere in mare! #worldseaturtleday #lanaturanonsiferma #ilmondocheverrà #lovenature

A post shared by WWF Italia (@wwfitalia) on

L’importanza di tutelare i nidi

Con il passare del tempo infatti si è capito che il ritrovamento dei nidi di tartaruga non è un impedimento al turismo anzi. Nel passato si temeva che segnalando un nido la spiaggia venisse chiusa al pubblico, in realtà questi ritrovamenti sono diventati di forte appeal turistico. Sono molte le persone infatti che accorrono in Sicilia proprio per ammirare le tartarughe rispettandole nel loro habitat naturale.

Quali specie di tartarughe ci sono in Italia?

Nel Mediterraneo, le tre specie più comuni di tartarughe marine che si possono ammirare sono le:

  • Caretta Caretta
  • la tartaruga verde
  • la tartaruga liuto

I nidi che si trovano sono generalmente delle Caretta Caretta. Sono le più piccole del Mediterraneo, hanno un colore tra il rosso e il marrone e nuotano principalmente nelle acque più profonde, ma le possiamo ammirare anche non lontano dalla costa perché mangiano molluschi, ricci di mare e meduse.

La Tartaruga verde è invece molto più rara ed è anche più grande oltre ad avere una colorazione tendente al verde oliva che la contraddistingue.

View this post on Instagram

Good News! 📣🐢 Un nuovo nido di Caretta caretta trovato in Sicilia, ad Alcamo Marina. Con questo sono 9 i nidi trovati in Sicilia e presi in custodia dal network tartarughe marine del WWF! Il nuovo nido è stato preso subito in consegna da Dylan Pelletti, operatore autorizzato dal ministero dell'Ambiente alla manipolazione delle uova di tartaruga marina e volontario WWF. In Sicilia sono ora 10 i nidi di Caretta caretta di cui siamo a conoscenza, 9 dei quali presi in consegna dalla Rete tartarughe marine del WWF, che grazie all’aiuto di tutti, turisti, capitanerie di porto, gestori di stabilimenti balneari e i nostri volontari continuano senza sosta il lavoro a tutela di questa meravigliosa specie! #generazionemare #lanaturanonsiferma #turtle #ilmondocheverrà

A post shared by WWF Italia (@wwfitalia) on

La tartaruga liuto è rara, può raggiungere i 2 metri di lunghezza e ha un colore nero con qualche lentiggine più chiara sul carapace.