Home Dove, come e quando Voli aerei regole: autocertificazione per tutte le destinazioni

Voli aerei regole: autocertificazione per tutte le destinazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46
CONDIVIDI

Per qualsiasi destinazione sarà necessario per poter volare consegnare l’autocertificazione: scarica il modello e tutte le informazioni

aeroporto coronavirus
Le regole in aereo e aeroporto: necessaria l’autocertificazione

Trolley che può finire in stiva, mascherina di ricambio a portata di mano e autocertificazione ultimo modello. E’ questo il kit che ogni viaggiatore dovrà avere con sé per poter salire su di un aereo a partire dal 15 giugno 2020. Le nuove regole sui voli aerei sancite nell’ultimo DPCM dell’11 giugno definiscono i comportamenti che i passeggeri e le compagnie aeree dovranno avere nei prossimi mesi. Con la riapertura dei confini regionali e con buona parte di quelli europei si torna a viaggiare per turismo e si torna a volare. Per i viaggi aerei tra le disposizioni per la prevenzione del contagio c’è l’obbligo dell’autocertificazione. Senza questo modulo sarà negato l’imbarco a bordo. Ecco il modello da scaricare, come funziona l’autocertificazione e dove consegnarla.

Autocertificazione per i viaggi aerei

Dal 15 giugno 2020 per viaggiare in aereo per qualsiasi destinazione italiana ed estera è obbligatorio presentare l’autocertificazione, senza la quale non sarà possibile partire. Nell’autocertificazione per i voli aerei il viaggiatore dovrà dichiarare con conseguenze penali in caso di affermazioni mendaci di non avere tosse e raffreddore, di non essere positivo al coronavirus, di non essere stato vicino negli ultimi 14 giorni a persone con sintomi da Covid-19.

Scarica qui il modello dell’autocertificazione per i voli aerei 

L’autocertificazione si dovrà presentare al momento dell’imbarco e per non ritardare la partenza del volo si richiede ai passeggeri di arrivare al gate già con l’autocertificazione stampata e compilata in ogni sua parte. In caso non si possa svolgere quest’operazione anticipatamente sarà cura della compagnia aerea fornire un autocertificazione. Ricordiamo che nei controlli in aeroporto sono presenti anche scanner per la rivelazione della temperatura. Non si può viaggiare infatti con febbre superiore a 37.5.

Le altre regole per i voli aerei

Oltre all’autocertificazione ci sono altre regole che i passeggeri dovranno rispettare per poter volare. Intanto è opportuno svolgere online tutte le operazioni possibili prima di recarsi in aeroporto. Una volta arrivati nello scalo è obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone. Tutte le lounge sono ancora chiuse. Per quanto riguarda il bagaglio a mano è vietato come recita il DPCM portare a bordo bagagli ingombrati: Alitalia consente di portare un trolley, ma avverte che potrà finire in stiva. Per consentire uno spazio di manovra senza rischi nel recupero del bagaglio Alitalia ha dimezzato le cappelliere. Ciò significa che quando l’aereo è pieno solo metà dei passeggeri potranno portare a bordo il trolley. Inoltre in caso di voli lunghi dopo 4 ore è obbligatorio cambiare la mascherina.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSimbolotto estrazione 16 giugno 2020: combinazione in diretta
Articolo successivoMamma di Claudio Amendola, chi è Rita Savagnone: età, carriera, vita privata
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.