Antonio Logli, intercettazione choc mentre parla a suo figlio dell’omicidio

Antonio Logli, intercettazione choc mentre parla a suo figlio dell’omicidio di Roberta Ragusa. Tutte le bugie dell’uomo condannato per omicidio e distruzione di cadavere.

Antonio Logli oggi

Si torna a parlare sul settimanale Giallo del delitto di Roberta Ragusa che ha visto condannato il marito Antonio Logli a 20 anni di carcere. Sono spuntate infatti nuove e inquietanti intercettazioni che lo riguardano.

Leggi anche –> Roberta Ragusa, corpo nel tombino: ecco perché Antonio Logli non dirà mai dove si trova

Leggi anche –> Antonio Logli, l’omicidio di Roberta Ragusa: ecco il vero movente

In particolare si parla di ciò che Logli disse a suo figlio Daniele in merito alla morte della madre. Dalle trascrizioni appare il tentativo disperato di un uomo di convincere il figlio della sua innocenza e di portarlo così dalla sua parte.

Le parole di Antonio Logli

Logli assume il ruolo della vittima e spiega al figlio Daniele: “Dicono che sono pedofilo. Non ho mai fatto del male a nessuno. Tutto inventato. Tanto la verità verrà fuori. Alcune interviste contengono cose inventate. Altre a mio favore non sono state mandate in onda”.

Leggi anche –> Roberta Ragusa, il messaggio della figlia Alessia Logli è da brividi

Secondo i colleghi di Giallo quella di Logli fu una vera e propria “opera di persuasione” dei figli nel tentativo di convincerli della propria innocenza mettendo in cattiva luce giornalisti e investigatori. Nelle intercettazione l’uomo dice poi che gli inquirenti hanno trattato male la figlia durante l’interrogatorio aggiungendo particolari che potessero colpire il figlio e portarlo a pensare che i cattivi fossero gli inquirenti.

Roberta Ragusa