Home Dove, come e quando Alitalia, rotte ripristinate: regole in aeroporto e in volo

Alitalia, rotte ripristinate: regole in aeroporto e in volo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:32
CONDIVIDI

Tornano i collegamenti per molte destinazioni dal 2 giugno 2020. Le regole in aeroporto e in volo

Alitalia (iStock)

La riapertura dei confini regionali e la revoca dei blocchi internazionali fa tornare a volare moltissimi aerei. Dopo il lunghissimo stop ai voli vengono ripristinati così molti collegamenti nazionali e internazionali. Alitalia ha annunciato che dal 2 giugno sarà nuovamente attivo il collegamento diretto Roma-New York, i voli con la Spagna (Roma- Madrid e Roma-Barcellona) e riprendono anche i voli con Sud Italia da Milano.

La nostra compagnia di bandiera ha reso noto che opererà da 25 aeroporti verso 30 rotte in Italia e nel mondo. Alitalia nello specifico volerà da 15 aeroporti italiani e 10 nel resto del mondo.
L’aumento dei voli porta il livello dell’attività al 40% rispetto ai tempi pre pandemia. Alitalia modulerà poi l’offerta dei voli in base alla domanda. Per il momento c’è una ripresa del mercato per i collegamenti nazionali, ma anche per quelle estere. Ciò è dovuto alla caduta delle restrizioni, ma anche ad un miglioramento delle condizioni sanitarie che rendono l’Italia un Paese da non temere.

Viaggi in aereo ai tempi del coronavirus: le regole

Dal 3 giugno 2020 sarà di nuovo possibile muoversi: via libera agli spostamenti fra regioni (sebbene con possibili limitazioni) e ai viaggi in Europa (diversi i Paesi in cui però rimane obbligatoria la quarantena). Con la revoca dei divieti si torna quindi a viaggiare e a prendere l’aereo. Dal 2 giugno riapre alcune rotte Alitalia, dal 1 luglio torna in pista anche Ryanair.

La nostra compagnia di bandiera ha mantenuto anche in questo lungo periodo di lockdown alcuni collegamenti nazionali ed esteri per voli di emergenza e di rimpatrio. Dal 2 giugno con l’allentamento delle misure di contenimento Alitalia aumenta la sua offerta di voli e ripristina alcune sue rotte. Inoltre per venire incontro alle esigenze dei suoi viaggiatori Alitalia consente che tutte le modifiche alla prenotazione siano gratuite.

Volare ai tempi del Covid-19 richiede però delle speciali misure precauzionali. Ai controlli di sicurezza si aggiungono ora in aeroporto anche quelli sanitari.

Regole in aeroporto

  • Controllo della temperatura all’aeroporto di partenza
  • Tenere la distanza sociale di almeno un metro
  • Indossare la mascherina di sicurezza
  • Svolgere online tutte le operazioni relative al check-in
  • L’imbarco da parte di Alitalia sarà effettuato con il jet-bridge, in caso di uso della navetta c’è un limite passeggeri (saranno effettuati quindi più viaggi)
  • Controllo della temperatura all’aeroporto di arrivo
  • In alcuni Paesi potrebbe essere richiesto di compilare una dichiarazione sul proprio stato di salute e di fornire un indirizzo per l’obbligo di un’eventuale quarantena

Regole in volo

  • obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata del volo
  • distanza sociale di almeno un metro garantita su tutti i voli Alitalia (posto libero in ogni fila)
  • Servizio a bordo ridotto allo stretto necessario. Bevande e snack serviti in monoporzioni sigillate
  • Nelle fasi di imbarco e sbarco è necessaria mantenere la distanza di sicurezza
CONDIVIDI
Articolo precedenteSicilia, vacanze estate 2020: turisti solo con patente sanitaria
Articolo successivoStasera in tv Spettacolo – Maurizio Battista in Poco di Tanto: gli anni ’70
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.