Coronavirus, ultimi aggiornamenti dall’Italia e dal mondo

Arrivano gli ultimi aggiornamenti al 18 maggio 2020 sul Coronavirus, in Italia e nel mondo. Secondo la John Hopkins University, ci sono più di 4,7 milioni di casi e 315 mila morti.

Unione europea

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, ha riaperto 57 servizi “essenziali“, nonostante la piena emergenza del Paese. Tra questi palestre, chiese, edilizia civile e attività industriali. La Francia, dopo una settimana dalla riapertura delle scuole, tra asili ed elementari, chiude nuovamente a causa dell’aumento dei contagi. Il ministro dell’Istruzione Blanquer assicura che i casi restano isolati. Oggi, inoltre, nuovo vertice in videoconferenza tra Emmanuel Macron e Angela Merkel.

Leggi anche -> Vacanze in Europa dopo il Coronavirus: come saranno e cosa cambierà

Per il ministro americano della Sanità Alex Azar, l’OMS ha fallito in modo clamoroso nel dare informazioni sulla pandemia e richiede maggiore trasparenza. Continuano, inoltre, ad aumentare i contagi in America Latina, con un aumento in 36 ore di 20 mila casi e un totale di oltre mezzo milione di casi. In aumento anche i morti, quasi 30 mila. La Germania non è favorevole agli accordi bilaterali, così è asserito dal ministro degli Esteri Heiko Maas. Le autorità sanitarie della Corea del Sud avvisano che, anche se i pazienti dopo la guarigione risultano nuovamente positivi al Coronavirus, non sono contagiosi. Secondo il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, “I Paesi che si muovono troppo veloci rischiano di ostacolare la loro ripresa. La maggior parte della popolazione mondiale è ancora in pericolo“. Il presidente cinese Xi Jinping annuncia di dare “due miliardi di dollari di aiuti internazionali nei prossimi due anni per contrastare l’epidemia” e assicura che il vaccino “sarà a disposizione di tutti“.

Leggi anche -> Coronavirus Italia: dati aggiornati live contagio Regioni 18 maggio

La situazione italiana

Dobbiamo essere tutti molto preoccupati perché la settimana che sta iniziando sarà la settimana più difficile“, questa l’opinione del ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia. Secondo il ministro Luigi Di Maio, “dal 3 giugno l’Italia ripartirà a 360 gradi. Ci si potrà muovere tra le regioni e siamo pronti ad accogliere in sicurezza cittadini europei che vogliono passare le loro ferie in Italia. Le nostre strutture sono pronte, preparate e all’avanguardia” e, aggiunge, “è inammissibile che ci siano black list tra Paesi UE“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!