Cosa fece Fiorello coi primi soldi guadagnati, il gesto che la famiglia non dimentica

Fiorello oggi compie 60 anni e per il suo compleanno la sorella Catena gli dedica un augurio speciale. Ricorda anche episodi del loro passato e di cosa fece suo fratello con i primi soldi guadagnati. 

Catena Fiorello augura buon compleanno al fratello Rosario Fiorello che oggi, 16 maggio 2020, compie 60 anni. Nel messaggio speciale legge alcuni versi dedicati al fratello tratti dal libro “Dacci oggi il nostro pane quotidiano“. Catena non parla molto spesso dei suoi fratelli sui social perché, nonostante siano personaggi famosi, per lei sono solo i suoi fratelli.

Leggi anche -> Sanremo 2021 | Amadeus e Fiorello | Coletta vuole confermarli

Compresi verso gli otto anni che siamo venuti al mondo anche per lavorare. Fu grazie a mio fratello Rosario che feci quella scoperta. Prima di allora pensavo che fossero solo i padri a doversene occupare e a faticare per mandare avanti la famiglia. Mio fratello era appena stato promosso. Aveva brillantemente superato il primo anno di liceo scientifico”, Catena ricorda come ad Augusta trascorrevano spesso le giornate tra gite in motorino e tuffi in mare. Poi era arrivata l’offerta lavorativa, tra i dubbi del padre che avrebbe voluto che vivesse l’estate in maniera spensierata, ma Rosario aveva altre idee. “I suoi occhi brillavano di gioia immaginando la libertà di poter comperare qualcosa per conto suo. Poco importava se questo significava qualche ore di sacrificio la mattina senza andare al mare. Si sarebbe rifatto il pomeriggio e la sera. Non c’era tempo da perdere e disse a mio padre di riferire la risposta affermativa al suo nuovo datore di lavoro. Cominciò alla fine di giugno e aveva 14 anni”.

Leggi anche -> Live non è la D’Urso, Catena Fiorello: “Aggredita al supermercato”

Gli auguri per il ragazzo lavoratore

Il messaggio di Catena si conclude con una tenera dedica per il fratello Rosario: “Oggi è il compleanno di questo gran bravo ragazzo, che ha sempre lavorato da quando aveva 14 anni. Non si è mai tirato indietro e mia madre ogni volta che pensa a lui, ai sacrifici che ha fatto nella vita, pensa sempre a quel suo primo stipendio da cameriere. Per me sarà sempre quel ragazzo che con i primi soldi del suo stipendio comprò un frigo per la famiglia. Auguri Rosario, con tutto il cuore, da una sorella che ti vuole bene”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!