Home News Scuole riaperte in Piemonte: il progetto pilota di Vercelli per i più...

Scuole riaperte in Piemonte: il progetto pilota di Vercelli per i più piccoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:26
CONDIVIDI

In ambito di un progetto pilota per aiutare i genitori a tornare a lavorare, a Vercelli le scuole per i più piccoli hanno riaperto con le dovute precauzioni.

Come ormai deciso da settimane, l’anno scolastico si concluderà a distanza. Le scuole, infatti, rimarranno chiuse e gli studenti verranno automaticamente promossi all’anno successivo. Per gli esami di maturità si è deciso di ridurre tutto ad una prova orale di un’ora dinnanzi ad una commissione interna. Tuttavia alcune scuole piemontesi ripartiranno da questa mattina. Non si tratta di un ritorno a lezione, ma di un servizio di baby sitting per quei genitori che devono andare a lavorare e non si possono permettere o non trovano una baby sitter o una tata.

Leggi anche ->Rientro a scuola dopo il Coronavirus: ecco le tre opzioni

Il progetto pilota è stato approvato dalla giunta regionale e per il momento vede aderire alcune scuole della provincia di Vercelli. I comuni che hanno messo a disposizione i plessi sono: Borgosesia, Varallo e Quarone. Non trattandosi di lezioni vere e proprie ma di un servizio offerto, saranno i genitori a decidere se mandare i figli in istituto o meno. A Borgosesia, ad esempio, è stato aperto un plesso scolastico nel quale per il momento andranno solamente 25 bambini.

Leggi anche ->Coronavirus, polemica su riapertura scuole: “Serve il doppio dei docenti”

Riapertura scuole a Vercelli: ecco come funzionerà

Chiaramente per permettere la riapertura saranno applicate le dovute precauzioni. Tutti gli insegnanti indosseranno obbligatoriamente la mascherina, i genitori e gli assistenti verranno sottoposti a test sierologico. I bambini verranno fatti sedere a debita distanza e dovranno lavare le mani almeno una volta ad ora. Le aule poi verranno fatte areare almeno 10 minuti per ogni ora ed i pasti verranno consumati sui banchi e non in mensa. Nessuno inoltre potrà portare il pranzo o la merenda da casa. I bambini potranno rimanere in aula dalle 8 sino alle 18, così da venire incontro alle esigenze lavorative dei genitori.