Home News Omicidio a Brescia, marito uccide la moglie davanti ai tre figli piccoli

Omicidio a Brescia, marito uccide la moglie davanti ai tre figli piccoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:56
CONDIVIDI

Ennesimo caso di femminicidio nel bresciano, a Milzano: un marito ha ucciso la moglie a coltellate davanti allo sguardo impaurito dei tre figli.

Un dramma nel dramma che purtroppo non accenna a fermarsi. Da anni, ormai, si cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla violenza, spesso letale, degli uomini ai danni delle donne. Una tragedia che si nutre giorno dopo giorno in una società già versata da problematiche gravi e persistenti. Nemmeno la crisi sanitaria giunta a travolgere le abitudini della popolazione mondiale in questo 2020 ha portato ad un decremento di questo deprecabile fenomeno.

Leggi anche ->Femminicidio | picchia fidanzata | la impicca e la getta dall’8° piano | FOTO

Il primo caso di questo periodo, quello che ha attirato l’attenzione dell’opinione pubblica, è stato quello di Messina. Qui un ragazzo ha strangolato la fidanzata dopo un litigio. Si trattava di una studentessa in medicina che presto avrebbe preso l’abilitazione. Per giustificare il suo gesto, il giovane ha spiegato che temeva di essere stato contagiato dal Coronavirus a causa della fidanzata. Episodi simili, con fidanzati che accoltellano la donna che dicono di amare, o mariti che compiono omicidi e poi si suicidano, sono stati numerosi in tutto il mondo, anche in questi mesi.

Leggi anche ->Femminicidio | 22enne accoltella la fidanzata di 27 anni | lei è gravissima

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Marito uccide la moglie davanti ai tre figli minorenni

L’ennesimo episodio di violenza contro le donne è sfociato in un femminicidio nelle scorse ore a Milzano (Brescia). Un uomo stava litigando con la moglie quando, colto da una rabbia omicida, ha preso un coltello ed ha cominciato a colpirla ripetutamente fino ad ucciderla. Il tutto davanti allo sguardo terrorizzato dei loro tre figli, la più grande dei quali ha solamente 15 anni.

Ad intervenire per primo sul luogo della tragedia è stato il sindaco della cittadina lombarda, Massimo Giustiziero. Il primo cittadino stava passeggiando nei pressi dell’abitazione quando ha sentito delle urla terrificanti provenire dall’interno della casa. Fiondatosi a controllare ha trovato la figlia 15enne della coppia in lacrime e sporca di sangue che chiedeva aiuto. Lo stesso colpevole si è consegnato alle forze dell’ordine senza opporre alcuna resistenza.