Elena Aubry, denuncia della mamma sui social: “Rubate le sue ceneri”

Graziella Viviano, la mamma di Elena Aubry, la 25enne morta il 6 maggio 2018 in sella alla sua moto, dà una terribile notizia via social.

“Una notizia che mai avrei voluto dare. Hanno rubato le ceneri di Elena”, esordisce così, andando subito al dunque, il post di Graziella Viviano, la mamma di Elena Aubry, la 25enne morta su via Ostiense, a Roma, il 6 maggio 2018, mentre era in sella alla sua moto. Domani ricorre l’anniversario dei due anni dal quel drammatico incidente e, in assoluto spregio alla memoria della ragazza, qualcuno ha rubato le sue ceneri dal sepolcro.

Leggi anche –> Elena Aubry, la lettera straziante della mamma alla figlia morta in moto

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’ultimo oltraggio a Elena Aubry

Graziella Viviano chiede aiuto, lo fa attraverso un appello sul suo profilo Facebook: “Mai avrei pensato di dover fare una diretta per qualcosa di questo genere – confessa nel video la mamma di Elena Aubry -. Sono appena uscita dai Carabinieri, è successa una cosa allucinante. Domani è l’anniversario della morte di mia figlia. Hanno aperto il sepolcro di Elena, dove era le ceneri di Elena. Sono sparite le ceneri di Elena. Qualcuno le ha rubate”.

“Abbiamo fatto la denuncia ai Carabinieri – continua la mamma di Elena – e faccio adesso un appello a chiunque sappia qualcosa. Vi chiedo un aiuto: so che molte persone volevano bene a Elena e sono andate a trovarla ed è importante sapere se qualcuno sia andato a trovarla dopo il 7 dicembre, può dire di aver visto se tutto era apposto o meno, in modo da restringere i tempi”.

“Questo è importante – sottolinea la signora Viviano – per tentare di capire quando sia potuto avvenire questo atto disgraziato. Chiunque abbia un’informazione riguardo una cosa di questo genere, mi contatti in privato. Oltre alle ceneri è stato rubato un quaderno dove erano state scritti dei pensieri per Elena quando abbiamo sigillato. Se qualcuno vedesse questo quaderno, mi dia una mano”.

“Perdere una figlia è terribile – conclude – ma anche andare al sepolcro di tua figlia e non trovarne più le ceneri è qualcosa che non auguro a nessuno. Non so chi può aver fatto questo gesto triste e indegno. Vorrei a dire a questa persona che non ha niente di Elena, Elena vola alto in cielo, quelle sono solo ceneri, che mi piacerebbe riavere. Se con le ceneri penserete di prendere lo spirito di Elena non ci riuscirete”.


EDS