Bullismo | ragazzina disabile insultata con bestemmie in videolezione

Un odioso episodio di bullismo viene alla luce in una classe di giovanissimi. Colpevoli proprio i primi della classe, autori di una condotta orribile.

bullismo disabile
Deprecabile episodio di bullismo su una disabile da parte dei suoi compagni di classe Foto dal web

Un odioso episodio di bullismo è emerso nel corso di una lezione tenuta a distanza. Protagonisti in negativo sono alcuni studenti ritenuti dei modelli da seguire prima di questa vicenda.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, polemica su riapertura scuole: “Serve il doppio dei docenti”

Infatti i ragazzini in questione – tutti fra i 13 ed i 14 anni di età – erano tra i migliori della loro classe in quanto a rendimento, mostrando anche un comportamento inappuntabile agli occhi dei loro insegnanti. Ma in privato avevano una chat nella quale davano sfogo a tutti i loro peggiori istinti da bulli. In particolare sono emersi insulti ai danni di una loro compagna di classe disabile. A denunciare tutto è una loro docente. Il fatto ha riguardato un istituto scolastico della Brianza. La professoressa ha affermato di essere impegnata con i suoi studenti in una lezione di musica. Argomento del giorno era il messaggio di fratellanza universale rappresentato dal celebre Inno alla Gioia di Beethoven.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Riapertura scuole, il ministero: turni in aula e lezioni a distanza

Bullismo, i primi della classe insultavano in modo orrendo compagna disabile

“Proprio in quel momento però alcuni studenti stavano chattando di nascosto con gli smartphone, in un gruppo su Whatsapp dal quale erano esclusi gli insegnanti”. La docente riferisce di “insulti pesantissimi ed irriferibili nei confronti di una loro compagna di classe disabile, offesa in maniera bestiale”. La mamma della ragazzina si è accorta di cosa stesse succedendo, dopo aver visto sua figlia piangere davanti allo schermo mentre l’insegnante stava spiegando alcuni dettagli della lezione. Nella chat in questione c’erano insulti irrobustiti da orribili bestemmie e riferimenti alla sfera intima della adolescente, che mai ci si aspetterebbe da dei ragazzini così giovani.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Scuola: maturità in classe, poi rientro a settembre

La punizione per gli incivili ragazzini

La mamma della giovane disabile si è anche presentata in tutta fretta a scuola per rendere nota la condotta odiosa ed all’insegna del bullismo da parte di quei ragazzini. Gli insegnanti e la dirigenza scolastica sono rimasti attoniti, anche in virtù del fatto che i protagonisti erano in pratica i primi della classe. E non mancavano anche insulti ai professori stessi e ad altri compagni di classe. La scuola fa sapere di stare valutando “una sanzione pecuniaria e un percorso di recupero educativo e interiore”.