Che tempo che fa, Burioni: “Bambini sono un serbatoio ideale per il virus”

Ospite di Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’, il virologo Roberto Burioni ha spiegato per quale motivo i bambini sono il serbatoio ideale per il virus.

Sono passati oltre 2 mesi da quando il Coronavirus si è reso manifesto in Italia. Da quel giorno la vita di tutti gli italiani si è modificata, probabilmente in maniera definitiva. Oggi parte la fase 2, quella in cui viene concesso ai lavoratori del settore manifatturiero e produttivo di tornare al lavoro. Per due settimane il governo, insieme al comitato tecnico-scientifico, analizzeranno la curva dei contagi e decideranno quali saranno le successive riaperture.

Leggi anche ->Matteo Salvini, maglietta con l’autocertificazione: “Mi sono rotto il ca**o”

Vengono date da oggi maggiori libertà anche ai cittadini. Si potrà uscire per fare attività motoria e sport individuale, ma anche per andare a trovare parenti ed affetti stabili. Ma ci si deve approcciare a questa nuova normalità seguendo un imperativo: mantenere il distanziamento sociale. Ovviamente nei posti di lavoro e nei luoghi chiusi bisognerà assicurarsi che gli ambienti vengano sanificati con costanza e perizia, al fine di evitare un nuovo incremento di casi ed una nuova chiusura.

Leggi anche ->Fase 2 Conte | “Agite con senso civico | non sprechiamo quanto fatto”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Che tempo che fa, Burioni: “Bambini serbatoio ideale del virus”

In queste settimane ne abbiamo sentite di ogni tipo. Si ritiene che una seconda ondata di contagi sia inevitabile e che forse in autunno ci troveremo a dover assistere ad una nuova crisi. Ciò che rende persistente il pericolo di un ritorno a qualche mese fa è la tipologia di virus. Questo infatti si può presentare senza sintomi gravi o addirittura senza alcun sintomo. Ciò lo rende difficilmente identificabile e quindi di facile e rapida diffusione.

Leggi anche -> Fase 2, Pediatri avvertono: “Cautela durante gli incontri tra bimbi e nonni”

Durante la puntata di ieri di ‘Che tempo che fa’, il virologo Roberto Burioni ha spiegato che: “I bambini sono un serbatoio ideale per il virus, la loro carica virale è uguale a quella degli adulti ma non presentano sintomi gravi, senza febbre”. Una tale affermazione è frutto dell’osservazione di uno studio tedesco – citato dal virologo – in cui si osserva la carica virale all’interno di soggetti di varie fasce d’età.

Burioni Coronavirus