Max Gazzè, chi è: carriera, curiosità e vita privata del cantante

Carriera, curiosità e vita privata del cantante e musicista romano Max Gazzè: chi è, dagli esordi al grande successo commerciale.

(Elisabetta Villa/Getty Images)

Il musicista e cantautore Max Gazzè, romano di nascita con origini siciliane, è sicuramente uno dei maggiori talenti espressi dalla musica italiana, a partire dalla seconda metà degli anni Novanta.

Leggi anche –> Gazzelle chi è: età, carriera e vita privata del cantautore

Dopo essere cresciuto a Roma, all’età di 15 anni si trasferisce con la famiglia in Belgio per seguire il padre. Qui ha frequentato la scuola europea di Bruxelles.

Leggi anche –> Sanremo 2018, la canzone di Max Gazzè dedicata a Vieste

Se vuoi seguire tutte le ultime notizie selezionate dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Gli esordi e i grandi successi di Max Gazzè

(Elisabetta Villa/Getty Images)

Sin da piccolissimo mostra una grande passione per la musica e a 6 anni inizia a studiare pianoforte. A 14 anni si dedica invece al basso elettrico, che diventa il suo strumento principale. Esordisce con i 4 Play 4, formazione inglese con cui gira mezza Europa. Rientrato a Roma nel 1991, apre un suo studio di registrazione e avvia la collaborazione con artisti di fama nazionale, in particolare con Daniele Silvestri. Il suo esordio nel 1996 con il primo album, Contro un’onda del mare, che inaugura il sodalizio con la Virgin Records e col quale apre i concerti di Franco Battiato. Ma il successo arriva l’anno dopo: in autunno esce il singolo Cara Valentina, l’estate 1998 è la volta di Vento d’estate, cantata assieme a Niccolò Fabi, che vince l’edizione di quell’anno di Un disco per l’estate.

I due singoli anticipano il secondo album, La favola di Adamo ed Eva, i cui testi sono scritti da Max insieme al fratello Francesco Gazzè. Nello stesso anno, Max Gazzè partecipa anche all’album di tributo a Robert Wyatt The Different You – Robert Wyatt e noi con il brano O Caroline. L’anno dopo arriva a Sanremo nella categoria “Giovani” con il brano Una musica può fare, che verrà inserito nella ristampa di La favola di Adamo ed Eva. A marzo 2000 esce Max Gazzè, disco conosciuto anche come Gadzilla. L’album contiene il singolo Il timido ubriaco, presentato a Sanremo. Nell’estate del 2000 partecipa anche al Festivalbar con L’uomo più furbo. A ottobre 2001 esce il suo quarto album, Ognuno fa quello che gli pare?, che contiene collaborazioni con Paola Turci, Carmen Consoli, Francesco Magnelli, tastierista dei CSI. Invece, i testi come nei dischi precedenti sono scritti a quattro mani con il fratello Francesco Gazzè. I suoi live sono seguitissimi e intrecci anche una collaborazione intensa con Stephan Eicher, autore e interprete di primissimo piano nel panorama musicale europeo. Ad aprile 2004 esce il quinto album, Un giorno.

Non solo musica: Max Gazzè tra cinema e vita privata

Il 17 giugno 2005, a dieci anni dall’uscita dell’album d’esordio, esce invece Raduni 1995-2005, una raccolta di 26 brani editi tratti dai 5 album precedenti e 4 inediti. Successivamente prende vita un altro progetto: Gizmo, una straordinaria cover band dei Police capitanata da Stewart Copeland, dove – oltre allo storico batterista dei Police e a Gazzè – ci sono Raiz degli Almamegretta e Vittorio Cosma. Nel 2007 la EMI ha pubblicato un’altra raccolta: The Best of Platinum, che include 18 canzoni. L’anno dopo va a Sanremo con la canzone Il solito sesso. Nella serata duetti si esibisce con le cantautrici romane, e sue amiche, Paola Turci e Marina Rei. Il 29 febbraio 2008 è uscito il nuovo album di inediti, Tra l’aratro e la radio, scritto insieme all’amico poeta Gimmi Santucci, estraneo all’ambiente musicale. Al disco collaborano Marina Rei e Carmen Consoli. Esordisce anche al cinema, nel film Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo, per la cui colonna sonora compone insieme a Gimmi Santucci la canzone Mentre dormi.

Nello stesso anno esce un altro album di inediti, Quindi?, poi partecipa al festival musicale Woodstock 5 Stelle, organizzato a Cesena dal blog di Beppe Grillo. A febbraio 2012 partecipa come ospite alla quarta serata del Festival di Sanremo, assieme a Dolcenera duettando con lei nella canzone Ci vediamo a casa. Torna a Sanremo l’anno dopo, con i brani I tuoi maledettissimi impegni e Sotto casa. Quest’ultimo brano dà il titolo al disco di inediti, accompagnato da un fortunato tour all’estero. Nella primavera del 2014 nasce il supergruppo Fabi Silvestri Gazzè con i cantautori e amici, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri. Esce l’album Il padrone della festa. Oltre all’album, il trio ha dato via a un tour europeo fortunatissimo. Nell’autunno 2015 esce La vita com’è, singolo che anticipa il nuovo album di inediti Maximilian, uscito a fine ottobre. Nel 2018, torna ancora a Sanremo con La leggenda di Cristalda e Pizzomunno, che ottiene un buon riscontro di critica e pubblico. A novembre dello stesso anno, collabora con Carl Brave al singolo Posso. Il cantautore ha cinque figli: Bianca, Samuele ed Emily dall’ex moglie Maria Salvucci, dalla quale si è separato e poi divorziato nel 2010, quindi Silvia e Guglielmo.