Lufthansa Group e Coronavirus: mascherine obbligatorie anche a bordo

Come ridurre il contagio anche a bordo di un aereo, il gruppo Lufthansa rende obbligatorio l’uso delle mascherine anche a bordo dell’aereo.

(GettyImages)

Lufthansa si prepara al 4 maggio con una nuova normativa che mette al centro la sicurezza. Mascherine e dispositivi di sicurezza diventano obbligatori accanto anche a tutte le misure di distanziamento sociale per evitare il contagio da Coronavirus. Il mondo dei trasporti aerei sta cercando di fare il possibile per ripartire. Le compagnie, come il comparto turistico, sono sicuramente i settori che hanno sofferto maggiormente di questo lockdown. Ora dovranno anche combattere con la situazione pregiudiziale per cui molte persone avranno paura di volare e di condividere lo stesso spazio, ridotto seppur distanziato, con altre persone per lunghe ore.

Le decisioni di Lufthansa Group

Come fare quindi per ripartire e per garantire la sicurezza nei confronti dei viaggiatori? Lufthansa, come molte altre compagnie aeree sta cercando di trovare il modo giusto per rassicurare i futuri turisti, ma anche per garantire ai suoi dipendenti di poter lavorare senza rischi eccessivi. La compagnia quindi rende obbligatori guanti e mascherine e raccomanda ai passeggeri di tenere questi dispositivi di sicurezza personale per tutta la durata del viaggio quindi sia poco prima dell’imbarco che poco dopo quando la garanzia del distanziamento sociale potrebbe venire meno. Il vettore ha spiegato con molta onestà che nonostante adeguamenti efficienti alle procedure di servizio non è sempre possibile garantire lo spazio tra le persone durante il volo.

Mascherine obbligatorie a bordo

Quindi via libera ai dispositivi di protezione personale come mascherine e guanti che diventano obbligatori. Questo provvedimento sarà obbligatorio per tutte le compagnie del gruppo tedesco Lufthansa fino alla fine di agosto. Si consiglia poi di usare una mascherina in tessuto riutilizzabile, ma si possono usare anche altre coperture come maschere monouso o sciarpe. L’importante è che naso e bocca siano coperti. Infatti, molti scienziati hanno ribadito come fermare la fuoriuscita di germi e batteri che si possono diffondere con la saliva sia un ottimo metodo di contenimento del contagio. Chiaramente restano valide le indicazioni fondamentali del distanziamento sociale, non toccarsi gli occhi e il volto con le mani, lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20-30 secondi oppure usare un gel igienizzante a base alcolica.

Insomma, molto è nelle mani dei singoli cittadini e dei futuri viaggiatori che, con la loro attenzione e la cura ai dettagli potranno aiutare a contenere la diffusione del virus. Solo così, mantenendo l’indice di contagio al di sotto dell’1 potremo pensare di tornare presto ad una vita veramente normale.