Allarme alla Camera: risultato positivo un deputato della Lega

Preoccupazione per i deputati della Camera dopo che si è scoperta la positività di uno dei suoi membri: il leghista era stato in parlamento venerdì scorso.

Lo scorso venerdì è emerso che un deputato della Lega ha contratto il Coronavirus. Per tale motivo dal Quirinale sono stati avvisati e posti in isolamento fiduciario tutti coloro che sono stati a stretto contatto con lui nei giorni precedenti. Una precauzione necessaria per evitare che il contagio si diffonda anche tra i politici che formano il parlamento.

Leggi anche ->Claudio Pedrazzini: il primo deputato colpito da Coronavirus – VIDEO

Uno di questi è il deputato della Lega Alberto Gusmeroli che tramite Facebook ha spiegato la situazione: “Ho fatto di tutto, mi mancava la quarantena. Ieri sera sono stato avvisato dal Questore della Camera di mettermi in quarantena perché martedì scorso in aula, seduto regolarmente al mio posto, ero nelle vicinanze di un collega parlamentare risultato positivo al Covid, a cui auguro ogni bene e una pronta guarigione. Io sto benissimo e ho sempre mantenuto le distanze con tutti. Martedì prossimo potrò tornare a uscire di casa”.

Leggi anche ->Zingaretti Coronavirus: “Guarito, 23 giorni difficili” – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Allarme alla camera dopo la positività del deputato

Proprio la presenza in Aula dello scorso venerdì del deputato positivo al Covid-19 è stato l’argomento di apertura della seduta di oggi della Camera. Emanuele Fiano ed Alessandro Fusacchia hanno infatti chiesto alla presidenza di adottare dei sistemi di votazione differenti per tutelare tutti dalla possibilità del contagio. Le due proposte sono state l’adozione del voto telematico, o l’utilizzo di diverse aule di Montecitorio per poter rispettare le regole sul distanziamento sociale. Alle loro preoccupazioni ha risposto il vicepresidente Rampelli, spiegando che la soluzione verrà stabilita nel corso della Conferenza dei capigruppo prevista per oggi.