Muore Claudio Risi, figlio d’arte e regista de “I ragazzi della 3C”

E’ morto il regista Claudio Risi, ricoverato da due mesi in un ospedale di Roma per un infarto. Era famoso per la serie televisiva “I ragazzi della 3C”. 

Muore a Roma a 71 anni il regista Claudio Risi, figlio di Dino e fratello di Marco, ricoverato da due mesi in ospedale a Roma per un infarto. Dopo essere stato aiuto regista del padre, aveva fatto il suo debutto alla regia negli anni ’80. Tra i suoi lavori la serie televisiva “I ragazzi della 3C“, che diresse per tre stagioni, dal 1987 al 1989.

Leggi anche -> Pistoia, si registrano tanti casi di tumori: muore ragazza di 18 anni

Aveva debuttato come aiuto regista di Mario Monicelli nel 1972, nel film “Vogliamo i colonnelli“. Poi con il padre Dino per anni in film come “Profumo di donna” con Vittorio Gassman o curando il montaggio del film “Il commissario Lo Gatto“. Le prime regie da solo arrivano con “Windsuf – Il vento nelle mani” e “Yesterday – Vacanze al mare“. Tra il 1987 e il 1989 dirige la serie tv “I ragazzi della 3C“, per la quale vinse due Telegatti. La serie italiana diventa il primo serial giovanile in stile americano, considerato un cult.

Leggi anche -> Luca muore pochi giorni prima del matrimonio: “Il destino ci ha diviso”

Gli ultimi lavori di Claudio Risi

Claudio Risi per la tv aveva lavorato anche alla serie “S.P.Q.R.“, “Sei forte maestro 2” e per la quarta stagione di “Un ciclone in famiglia“. Nel 2005, insieme al padre, aveva lavorato alla regia del documentario “Rudolf Nureyev alla Scala“. Le sue ultime regie sono state per i cinepanettoni pre-natalizi “Matrimonio alle Bahamas” del 2007 e “Matrimonio a Parigi” del 2011, entrambi con Massimo Boldi come protagonista.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!