Home Destinazioni e Guide turistiche Resto del Mondo Consigli per visitare le favelas di Rio de Janeiro

Consigli per visitare le favelas di Rio de Janeiro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:56
CONDIVIDI

Visitare le favelas a Rio de Janeiro è ormai un’attività sempre più comune quando si visita la città meravigliosa. Le cosiddette “baraccopoli brasiliane”, o “comunidades”, fanno parlare di sé in tutto il mondo. Alcuni definiscono l’esperienza del favela tour come un “safari umano“, altri affermano che può essere un’esperienza davvero interessante. Secondo alcuni, infatti, se si vuole davvero conoscere e vivere la città di Rio de Janeiro, si deve visitare almeno una favela e viverla con i propri occhi.

visitare le faveals di Rio: Santa Marta
Tra i vicoli di Santa Marta – Lucia Schettino

Le Favelas, chiamate anche “baraccopoli” per la qualità delle loro abitazioni, sono spesso descritte come aree in cui abbondano la violenza, la droga e le attività criminali. Tuttavia, negli ultimi anni molte di queste favelas sono diventate luoghi popolari da visitare a Rio, tanto che sono riuscite ad avere una grande influenza non solo sulla cultura brasiliana ma anche sull’industria del turismo (c’è anche chi pensa che le favelas di Rio siano in realtà più sicure di altre zone della città).

Se siete davvero interessati a visitare almeno una delle favelas di Rio, ecco alcuni consigli da tenere a mente.

Consigli utili per visitare una favela in sicurezza

  1. Innanzitutto è altamente consigliabile non recarsi da soli nelle favelas ma bensì con un nativo o con una guida del posto.
    L’ideale sarebbe conoscere un carioca e chiedergli di accompagnarvi in una delle favelas della zona sud, in quanto le favela della zona nord sono molto più pericolose e poco turistiche.
    La sicurezza non sarà un problema. Gli abitanti delle diverse comunità non hanno assolutamente nulla contro i turisti. Anzi, i “moradores” della favelas vi accoglieranno con un sorriso sulle labbra e molto probabilmente proveranno ad avere una conversazione con voi.
  2. Prima di scattare fotografie o fare dei video, chiedete il permesso. Molto probabilmente vi diranno che non c’è problema nello scattare qualche fotografia, però capita spesso che per i vicoli della favela passino uomini armati e se li filmate non saranno certo contenti. La vostra guida saprà dirvi dove e quando potrete scattare delle foto.
  3. Evitate sguardi tristi. In Europa non esistono luoghi come le  favelas, per cui se non siete abituati potreste subire un forte  shock culturale ed esprimerlo attraverso facce impaurite o tristi non sarebbe carino perché lo noterebbero.
  4. Evitate le agenzie turistiche che organizzano tour di gruppo. Se comprate un pacchetto di “favela tour” è molto probabile che sarete almeno in 20 durante l’esperienza. Se volete    davvero vedere la favela con gli occhi di chi ci vive, sarebbe  meglio organizzare un tour privato e magari fermarvi a bere un caffè a casa di qualcuno.

Le favelas che vale la pena visitare e quelle da evitare

Generalmente, le favelas più povere si trovano nella zona nord di Rio, mentre quelle più sicure e turistiche si trovano nella zona sud.
È consigliabile, quindi, visitare le cosiddette “favelas pacificate“, ovvero le comunità in cui la violenza è nettamente diminuita grazie all’intervento della polizia.

visitare le favelas di Rio: consigli utili
Favela Santa Marta – Lucia Schettino

Ecco quali favelas di Rio visitare:

  1. Santa Marta: È senza dubbio la favela più famosa di Rio grazie alla statua d’oro di Michael Jackson che è stata posta in suo onore dopo che nel 1995 vi ha registrato il suo video musicale “They Don’t Care About Us”. Santa Marta è stata anche la prima favela di Rio ad essere “pacificata” ed è considerata una delle più sicure per i turisti. Se sei interessato a leggere un reportage sulla favela di Santa Marta clicca qui.
    2. Rocinha: È la più grande favela del Brasile e di tutto il Sudamerica. C’è chi la considera una delle favelas più sicure, ma in genere si consiglia ai turisti di non visitarla senza la compagnia di una guida locale.
    3. Chapéu Mangueira: Anche se non è una delle favelas più sicure, non è nemmeno la più rischiosa. Molti visitatori la considerano la loro favela preferita di Rio, quindi se avete tempo (e conoscete una guida locale) provate a visitarla.
    4. Morro da Babilonia: Un’altra favela che non può essere definita né sicura né pericolosa, ma che offre una vista impressionante su Copacabana e Leme.
    5. Vidigal: Questa è considerata la favela più turistica. I visitatori possono anche soggiornare in alcune delle pensioni (le cosiddette pousadas) presenti nella zona e cenare in alcuni dei ristoranti e bar con vista su Ipanema. Dopotutto, Vidigal è famosa per la sua vita notturna e per aver ospitato alcuni dei migliori party house e samba. L’accesso al trekking del “morro dois irmãos“, dal quale la vista è da mozzare il fiato, è possibile solo dalla favela Vidigal.
    6. Cantagalo: Questa favela “pacificata” è la dimora di uno dei bar più popolari della città, il “Gilda No Cantagalo“, che può essere raggiunto solo in moto taxi o in van. Alcuni dei migliori eventi jazz vengono organizzati proprio in questo bar. Inoltre, da qui si può godere di una vista spettacolare su Ipanema, Leblon e Copacabana.

 

Dalla nostra inviata in Brasile Lucia Schettino