Coronavirus, Oms contro Europa: “Metà dei morti in case di cura”

L’Oms contro Europa per la gestione dell’emergenza Coronavirus, l’attacco è durissimo: “Metà dei morti in case di cura, tragedia inimmaginabile”.

(Marco Di Lauro/Getty Images)

In Europa, il Coronavirus ha fatto una vera e propria strage soprattutto nelle case di cura, dove si trovano i più fragili, gli anziani che dovrebbero essere tutelati. La grave accusa arriva direttamente dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Leggi anche –> Controlli Coronavirus Milano | i furbi in calo del 2,5%

Il direttore regionale dell’Oms Europa, Hans Kluge, in una conferenza stampa, ha infatti spiegato: “Secondo le stime che arrivano dai Paesi europei la metà delle persone che sono morte di Covid-19 era residente in case di cura. È una tragedia inimmaginabile”.

Leggi anche –> Vaccino Coronavirus | test sull’uomo in Italia da questa estate

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le accuse dell’Oms sulla gestione delle case di cura in Europa

(ALBERTO PIZZOLI/AFP via Getty Images)

Quindi ha aggiunto: “C’è un urgente ed immediato bisogno di ripensare il modo in cui operano le case di cura oggi e nei mesi a venire”. Nessun processo a chi in queste strutture ci lavora, anzi Kluge ci tiene a precisare: “Le persone compassionevoli e dedicate che lavorano in quelle strutture – spesso sovraccaricate di lavoro, sotto pagate e prive di protezione adeguata – sono gli eroi di questa pandemia”.

Intanto, dalla Lombardia dove la delibera regionale sulle Rsa ha provocato molte polemiche, prende posizione l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. Il politico spiega: “E’ chiaro che, forse, quello delle Rsa è un modello che non ha le capacità per gestire pazienti Covid”. Precisa però poi che la delibera sulle Rsa “la rifarei per il bene dei mei concittadini”.