Luca Zingaretti, famiglia viva per miracolo: mamma scampata alla strage

Nicola Zingaretti, insieme ai suoi fratelli Luca e Angela, ha svelato come la madre si sia salvata dall’entrata a Roma dei nazifacisti circa 70 anni fa

Un racconto davvero emozionante quello dei fratelli Zingaretti. Angela, Luca e Nicola hanno svelato come la madre sia stata brava a sfuggire da Auschwitz ritornando indietro nel tempo di ben 70 anni fa, quando 1000 ebrei, tra cui 200 bambini, furono rastrellati tra le strade di Roma. La famiglia non era di origine puramente ebraica, ma ai nazifascisti poco importava. E così un giorno entrarono in casa a Monteverde Vecchio cercando la famiglia del loro nonno, Angelo Di Capua: se la madre di appena sette anni fosse stata presente quel giorno, sarebbe stata deportata e poi uccisa.

LEGGI ANCHE >>> Nicola Zingaretti positivo al Coronavirus, l’annuncio del segretario del PD

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Famiglia Zingaretti, un ricordo indelebile

E così sulle pagine de La Repubblica nel 2013 avevano raccontato la loro storia davvero commovente: “La nostra dunque è una storia di cittadini di Roma, come tante altre storie di romani e romane, che racconta bene il legame tra i fatti storici e la memoria, i ricordi e le vite, gli intrecci che esistono in una comunità”. Infine, hanno tenuto a ribadire un concetto davvero forte per l’epoca: “Il 16 ottobre del 1943 è tra noi, nelle vittime, nei non nati, nelle famiglie distrutte, nei sopravvissuti e nei tanti che sono nati e oggi vivono perché il nazifascismo ha perso”.

(screenshot video)