Comunità Lof Kurache: la lotta contro i Benetton in Patagonia

Chi sono i Lof Kurache, la comunità indigena Mapuche che lotta contro i Benetton in Patagonia: le loro istanze e le loro richieste.

(screenshot video)

Lo scorso dicembre, la comunità di Kurache ha annunciato di aver avviato una lotta per riprendersi El Platero, che ora è occupato dalla multinazionale Compañía Tierras del Sur. Ha preso così posizione contro mega politiche estrattive e minerarie.

Leggi anche –> Oliviero Toscani | Benetton lo scarica | “Parole gravi sul Ponte Morandi”

“Abbiamo recuperato ciò che è stato rubato” che “per diritto ancestrale ci appartiene”. In questi termini, il Lof Kurache ha annunciato il “processo di recupero” contro la multinazionale, di proprietà della famiglia Benetton.

Leggi anche –> Luciano Benetton, chi è: età, carriera e vita privata dell’imprenditore

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La lotta dei Lof Kurache contro i Benetton in Patagonia

La comunità nella loro nota ha rivendicato “la necessità primaria di continuare a esistere come Mapuche nel nostro territorio, in terre adatte al nostro sviluppo spirituale, culturale, economico, sociale e politico negato per oltre 140 anni”. Il braccio di ferro tra gli indigeni e la famiglia di imprenditori italiani prese il via nel 1991, quando Carlo Benetton acquistò in Patagonia 900 mila ettari di terra.

Tali appezzamenti erano destinati agli allevamenti di pecore da sfruttare per la vocazione tessile del gruppo di famiglia. Lof Kurache dichiarò lo scorso dicembre che intende “continuare a spaccare le basi della struttura economica della grande fattoria che ci ha portato a soffrire dopo l’espropriazione fame, sfruttamento dei nostri fratelli e povertà per le comunità”. Un braccio di ferro, dunque, che al momento sembra lontano da una soluzione.