Coronavirus, litiga al supermercato e tossisce in faccia alla cassiera

0
5

Coronavirus, litiga al supermercato e tossisce in faccia alla cassiera di turno: positiva al coronavirus, adesso la vittima attende i risultati del tampone.

prodotto ritirato listeria

Tra le tante persone in attesa dei risultati del tampone al Coronavirus, da oggi si aggiunge anche una cassiera di Mestre. La donna ha sempre rispettato tutte le misure di sicurezza, ma la sua storia è da brivido: le hanno tossito addosso, per cattiveria, al lavoro, in un supermercato. Il gesto sconsiderato è stato compiuto da una cliente, che a fare la spesa non avrebbe nemmeno dovuto recarsi, poiché obbligata all’isolamento in attesa dei risultati del tampone a cui era stata sottoposta. Il risultato, per lei, è giunto poco dopo l’episodio al supermercato: positivo. Cinzia, delegata di FILCAMS, racconta l’accaduto: “Erano le 19.30 di mercoledì. Due clienti sono entrate, hanno messo i prodotti nel carrello e si sono dirette in cassa. Dall’altra parte del bancone c’era la cassiera, senza mascherina perché l’azienda non ce le aveva ancora fornite. Le due donne hanno caricato la spesa sul nastro e nel fare questo si sono sporte molto verso la cassiera, la quale le ha pregate di rispettare la distanza minima di sicurezza. Di fronte a questo le hanno tossito addosso di proposito”. Si è scatenato il putiferio: un cliente del supermercato è riuscito a fermare le due donne prima che queste si allontanassero, dando così il tempo di intervenire alla vigilanza del supermercato. Poco dopo è arrivata la polizia, che ha preso le generalità delle due. L’episodio è stato choccante per tutti i presenti, ma sopratutto per la dipendente protagonista, che ha chiesto di poter andare a casa e ha annunciato che si sarebbe messa in malattia.

Potrebbe interessarti anche –> Mente su Facebook | “Ho il Coronavirus” | Arrestato

Litiga al supermercato e tossisce in faccia alla cassiera, non è la prima volta che succede

La vicenda è stata seguita pochi giorni dopo da una notizia preoccupante. Cinzia continua a raccontare: “Lunedì la collega ha ricevuto la chiamata da parte della questura nella quale le hanno comunicato che una di quelle due clienti era risultata positiva al tampone per il Coronavirus. Ora per la collega è stato disposto l’isolamento fiduciario e nel frattempo è stata sottoposta a tampone il cui esito dovrebbe arrivare in queste ore”. Nei prossimi giorni la cassiera potrebbe decidere di recarsi a sporgere denuncia contro la donna. “Ma quello non è stato l’unico episodio grave che si è verificato in questi giorni di emergenza” denuncia la delegata FILCAMS, “Pochi giorni dopo un cliente mi ha aggredito verbalmente mentre ero in cassa perché i colleghi all’ingresso avevano fatto entrare lui ma non la moglie. Si è sporto arrivandomi a pochi centimetri dal viso e fortunatamente io indossavo la mascherina, ma lui no. Veniamo insultati quotidianamente solo perché chiediamo di indossare i guanti per scegliere la frutta, chiediamo di rispettare le distanze di sicurezza o perché cerchiamo di spiegare a intere famiglie intente a entrare che può farlo solo uno di loro”. Nei prossimi giorni nel supermercato protagonista delle vicende saranno installati dei vetri di plexiglass intorno alle casse, e nel frattempo sono arrivate nuove mascherine per i dipendenti.

Se vuoi seguire tutte le ultime notizie selezionate dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Speciale Tg1