Pavia, fratellini picchiati e frustati dai genitori per i brutti voti a scuola

Fratellini di 13 e 8 anni vengono picchiati e frustrati dai genitori, perché prendevano brutti voti a scuola. A darne l’allarme il primogenito.

Figli non vanno a scuola
FOTO viagginews

A Pavia due genitori sono stati denunciati. L’accusa è di lesioni nei confronti dei due figli minorenni, li picchiavano perché prendevano brutti voti a scuola. Ne dà la notizia il quotidiano “La Provincia pavese“: la coppia di 46 e 36 anni è di origine straniera. Secondo quanto emerge i due fratellini, un maschio di 13 anni e una femmina di 8, subivano punizioni corporali da parte dei genitori per i brutti a scuola. Venivano picchiati con il manico di scopa o frustrati con dei cavi.

Leggi anche -> Suicidio scuola | due casi al ‘Frisi’ di Monza | “Occorre riflettere”

bambina morta
La bambina morta cinque giorni dopo la nascita della sua sorellina FOTO viagginews

Leggi anche -> Figli non vanno a scuola | “Così crescono meglio” FOTO

I figli della coppia di stranieri, di 13 e 8 anni, subivano i maltrattamenti da anni. Le violenze subite dai bambini sono state raccontate dal primogenito che, presentatosi a scuola con dei lividi, ha trovato il coraggio di parlarne con un’insegnante. A patire le stesse punizioni anche la sorellina minore. I due minorenni sono stati presi in carico dal Comune di Pavia e sono stati affidati a una comunità, in attesa della sentenza dei genitori. Questi respingono le accuse, ammettendo di dare ai figli solo ‘qualche scappellotto’, ma di non averli mai maltrattati.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

maestra sospesa maltrattamenti

Impostazioni privacy