Home News Ragusa, insegnanti maltrattano i bambini a scuola | VIDEO

Ragusa, insegnanti maltrattano i bambini a scuola | VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:41
CONDIVIDI

Ragusa, video choc nella scuola materna di Vittoria, RG, in cui i bambini vengono maltrattati e vessati dalle maestre. La Polizia di Stato sottopone sotto misura cautelare le insegnanti.  

Maltrattamenti a scuola
Maltrattamenti a scuola FOTO viagginews

Notizia choc arriva dagli agenti della Squadra Mobile di Ragusa e del Commissariato di Polizia di Stato di Vittoria, che hanno arrestato due maestre di una scuola materna per maltrattamenti sui bambini. Nelle prime ore della mattina la Polizia di Stato ha adottato le misure cautelari nei confronti di G.G, anni 59, e C.G., anni 54. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ragusa, ricevuta la segnalazione sui maltrattamenti, ha potuto vedere come i bambini affidati alle cure delle due insegnanti subivano violenze fisiche e verbali.

Leggi anche -> Scuolabus finisce in un torrente in Germania: muoiono due bimbi

Bambini maltrattati a scuola: la ricostruzione dei fatti

Nella scuola materna di Vittoria le due indagate insultavano, umiliavano, spintonando e schiaffeggiando le vittime che, terrorizzate, si arrendevano ai maltrattamenti senza reagire. I giovanissimi, spaventati dalle maestre che avrebbero dovuto aver cura di loro, non avevano neanche il coraggio di raccontare delle vessazioni ai genitori. Tutti i maltrattamenti, però, sono stati videoregistrati, fornendo così elementi all’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Ragusa, la quale ha richiesto, ottenendola, la misura cautelare nei confronti delle indagate. Dopo un interrogatorio avvenuto nelle prime ore della mattina del 28 gennaio, le due donne sono state sottoposte agli arresti domiciliari.

Questo è l’ennesimo caso in cui delle insegnanti, il cui compito è educare e aiutare a sviluppare le capacità del bambino, non assolvono al loro dovere. Diventano crudeli, meschine e violente e chi ne soffre, come sempre, sono i più piccoli.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!