Luca Gallone, chi è l’illusionista che sbanca sui social: storia e curiosità

Il giovane mago (e non solo) Luca Gallone è ormai un fenomeno nel mondo dei social. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Ben otto milioni di fan e più di tre miliardi di visualizzazioni dei suoi video: con questi numeri Luca Gallone può be dire dire di essere l’illusionista più celebre nel mondo dei social. Nonostante la sua giovane età, il Nostro ha già battuto – e di gran lunga – alcuni dei colleghi più noti come Dynamo e David Copperfield. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Luca Gallone

Luca Gallone ha 23 anni, è nato in Inghilterra e ora vive a Londra, anche se le sue origini sono italiane. I suoi nonni – Gaetano da Avellino e Assunta da Scauri – si trasferirono nel Regno Unito negli anni Cinquanta in cerca di fortuna, mettendo poi radici Oltremanica e allargando la famiglia.

Luca si è appassionato fin da bambino alla magia, quando faceva da “cavia” agli esperimenti dello zio Bruno, che si divertiva a praticare piccoli giochi di illusionismo durante le festività natalizie. A partire da quel momento il giovane fenomeno non ha mai smesso di imparare e proporre nuovi trucchi, soprattutto sul web, dove tra Instagram e TikTok è diventato una vera e propria star.

Il successo di Luca è stato celebrato negli Stati Uniti anche da Ellen Degeneres, che l’ha ospitato nel suo famoso show televisivo. Senza dimenticare che Gallone si è esibito anche di fronte ai membri della Real Casa britannica ed è stato finalista a The Britain’s Got Talent.

“Il segreto di tanto successo? Se lo svelassi non sarei un vero mago… – ha dichiarato scherzosamente Luca Gallone -. Sono però certo che molto dipenda dal fatto che abbia scelto di proporre video di pura magia e illusionismo ad altri attraverso i quali, divertendomi, svelo come si eseguono alcuni dei trucchi più noti. Come la sparizione e ricomparsa di una cannuccia che ad oggi ha totalizzato quasi 180 milioni di visualizzazioni”. Vedere per credere.

EDS