Home News Morto Pete Frates: era uno dei simboli dell’Ice Bucket Challenge

Morto Pete Frates: era uno dei simboli dell’Ice Bucket Challenge

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:35
CONDIVIDI

Morto l’ex giocatore di baseball Pete Frates: era uno dei simboli dell’Ice Bucket Challenge e da tempo aveva scoperto di avere la SLA.

(Billie Weiss/Getty Images)

Un giovane uomo che ha contribuito a ispirare un movimento multimilionario per aiutare a trovare una cura per la SLA è morto. Infatti, Pete Frates, 34 anni, è stato uno dei volti più riconoscibili dell’Ice Bucket Challenge. Diventata una ‘competizione’ virale nel 2014, ha contribuito a raccogliere oltre $ 115 milioni per la ricerca. “Oggi il Paradiso ha ricevuto il nostro angelo: Peter Frates”, ha annunciato la sua famiglia in una dichiarazione rilasciata dal Boston College.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

In cosa consisteva l’Ice Bucket Challenge e chi era Pete Frates

(Billie Weiss/Getty Images)

Chi partecipava all’Ice Bucket Challenge realizzava il video in cui si tirava addosso una “secchiata d’acqua” e poi “sfida” qualcun altro a farlo. In realtà la secchiata d’acqua rappresenta una penalità per chi non dona in favore della ricerca. Solo che da maratona di solidarietà si fece tendenza. Resta il fatto che contribuì a raccogliere decine di milioni di dollari solo negli Usa per la ricerca sulla SLA. Tra i testimonial di questa sfida, c’era appunto il giovane atleta Pete Frates.

Ex giocatore di baseball del college – era il capitano della squadra di baseball del Boston College durante il suo ultimo anno nel 2006 e nel 2007 – a Frates è stata diagnosticata la SLA, o sclerosi laterale amiotrofica, nel 2012. La SLA è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce le cellule nervose nel cervello e nel midollo spinale. Nel 2013 e 2014, Frates e due colleghi ex-alunni del Boston College hanno reso popolare quella che oggi è conosciuta come Ice Bucket Challenge. Più di 17 milioni di persone, hanno ‘accettato’ la secchiata d’acqua che ha dato il proprio contributo alla SLA. Tra questi, molti personaggi famosi. Nel 2014, un altro fondatore della Ice Bucket Challenge, Corey Griffin, è morto in un incidente subacqueo nel Massachusetts. Pete Frates lascia una moglie, Julia, una giovane figlia, Lucy, e una fitta rete di familiari e amici che si chiamano Team Frate Train, che ha continuato a raccogliere fondi per la causa.