Spari davanti a una moschea in Francia: arrestato 84enne

Spari davanti a una moschea a Bayonne in Francia, non sono chiare le ragioni del gesto, ci sarebbero almeno 2 feriti: arrestato 84enne malato di cancro.

Moschea Bayonne

Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi davanti alla moschea di Bayonne (Pirenei Atlantici), in Francia, questo pomeriggio poco dopo le 15:00. Due persone sono rimaste ferite, una in maniera seria. Claude S., un ottantenne sospettato di aver aperto il fuoco, è stato arrestato a casa nelle Landes da agenti di polizia della squadra anti-crimine (BAC).

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Moschea di Bayonne: gesto estremo o terrorismo?

Una bombola di gas e un’arma sono state trovate nella sua auto. L’uomo, sconosciuto alla polizia e ai servizi di intelligence, ha riconosciuto i fatti. La procura di Bayonne ha avviato un’indagine dopo averlo colto in flagranza di reato. I motivi del presunto autore sono ancora sconosciuti. Secondo le prime informazioni, uno degli uomini è stato colpito al petto e l’altro al braccio. Sono stati ammessi al pronto soccorso dell’ospedale di Bayonne. Hanno rispettivamente 74 e 78 anni.

Secondo la polizia, un ex militare di 84 anni è stato arrestato vicino a casa sua a Saint-Martin-de-Seignanx, nelle Landes. In casa sua sarebbero state rinvenute delle granate. Non è chiaro il perché del gesto, sebbene si apprende che l’uomo sarebbe malato di cancro. Vicino alla moschea di Bayonne, il perimetro è stato circondato dalle forze dell’ordine e sono state installate due unità di emergenza medico-psicologiche: una all’ospedale locale e un’altra in loco alla moschea. Si tratta solo dell’ultimo di violenza di queste settimane in Francia.

Leggi anche –> Francia, uomo asserragliato in un museo – VIDEO