“Nutella biscuits”, la nuova sfida di Ferrero: “Investimento da oltre 120 milioni”

Un nuovo lancio del prodotto da parte del gruppo Ferrero Italia con “Nutella biscuits”: in Francia già è stata vinta la scommessa

Nutella Biscuits

Un’altra sfida da vincere per Nutella, che con un investimento di  di oltre 120 milioni e 150 nuove assunzioni a Balvano, in Basilicata, ha lanciato lancia i Nutella Biscuits dopo dieci anni di test. Il nuovo prodotto con cui il gruppo alimentare di Alba punta al primato sul mercato dei biscotti, sfidando il Mulino Bianco di Barilla. “Ci aspettiamo che Nutella Biscuits diventi il biscotto più venduto in Italia, la prima referenza in un mercato che vale circa 1,2 miliardi, con una quota tra il 5 e l’8% a sell-out e un fatturato tra i 70 e i 90 milioni entro i primi 12 mesi, con oltre 25 milioni di sacchetti venduti che entreranno in 7 milioni di famiglie” la rivelazione di Alessandro d’Este, presidente e amministratore delegato di Ferrero Italia.

Lo stesso manager del gruppo italiano ha aggiunto: “Un’enormità rispetto ai 15 milioni di euro che di solito un nuovo prodotto, considerato di successo, genera all’ingresso sul mercato. Tanta sicurezza nasce dal fatto che sono 10 anni che lavoriamo a questo biscotto. Gli esperti di marketing insegnano che il time to market è fondamentale, ma Ferrero non la pensa così: dobbiamo testare e ritestare il prodotto. Non partiamo mai dal costo, tutta l’attenzione è rivolta ai consumatori”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“Nutella biscuits”, in Francia scommessa già vinta

In Francia il prodotto italiano è stato già lanciato ad aprile sul mercato vincendo già nettamente la scommessa. Con D’Este che ha svelato: “Il primo biscotto d’Oltralpe, con vendite tre volte superiori all’ex numero uno”. Poi ha rivelato: “A Balvano abbiamo realizzato una linea altamente tecnologica e d’avanguardia, con un futuristico sistema di intelligenza artificiale, che comprende ad esempio 18 sistemi di visione installati, per un controllo capillare della qualità di prodotto. Ma abbiamo anche ‘l’isola picker’ più grande del mondo, con oltre 40 braccia meccaniche,7 robot e circa 200 motori. Pesa quanto un Boeing 747 e ci sono voluti 8 mesi per li montaggio. E’ la linea più innovativa e complessa che Ferrero abbia realizzato”.