Ernesto D’Argenio, chi è: età, vita e carriera dell’attore di Rocco Schiavone

(foto Lorenzo Morandi)

Ernesto D’Argenio è un attore italiano, conosciuto principalmente per la sua partecipazione alla serie poliziesca Rocco Schiavone. Scopriamo chi è.

Ernesto D’Argenio nasce a Milano nel 1985. Pur nascendo nel capoluogo lombardo, trascorre la sua infanzia al sud, al fianco dei nonni paterni e materni. Con l’insorgere dell’adolescenza si trasferisce nuovamente a Milano, per la precisione a Cinisello Balsamo. In questo periodo vive invece con i genitori e porta avanti la sua carriera scolastica. A diciannove anni si diploma in ragioneria ed Ernesto decide di spezzare una volta per tutte la monotonia della sua vita. Trasferitosi inizialmente a Londra, comincia poi ad uscire dal continente, esplorando anche l’estremo oriente. In questi anni sbarca il lunario con lavoretti modesti che lo riempiono però di una pregevole esperienza: fa l’animatore, il cabarettista, il pizzaiolo e spala i tetti dalla neve.

Ernesto D’Argenio, il successo e Rocco Schiavone

Il ritorno nella penisola segna per Ernesto l’inizio della sua carriera d’attore. La recitazione è una passione tanto travolgente che D’Argenio decide di frequentare la Scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volonté, grazie al consiglio dell’amico Valerio Mastrandrea. Uscito dalla scuola, Ernesto viene contattato per partecipare al suo film d’esordio: Tutto bene. Dopo anni di gavetta, D’Argenio riesce a conquistare un ruolo di spicco nella serie televisiva Squadra Antimafia, dove veste i panni di Saro Ragno. Nel 2016 partecipa poi al poliziesco Rocco Schiavone.

La vita privata

Ernesto si è sempre distinto per una predisposizione all’anonimato. L’attore è infatti molto legato alla sua privacy e difficilmente rilascia interviste legate alla sua vita intima. Il nome di una fiamma, Vanessa, è però sorto durante un’intervista a Verissimo nel 2016. L’attore è anche un grande appassionato di vintage e il collezionismo. Ernesto è poliglotta (parla inglese, francese e spagnolo), suona l’armonica e balla. Inoltre è molto legato allo sport, soprattutto a quello più estremo.