Roma, scoperta scioccante: trovato scheletro all’uscita della metro

Scheletro trovato a RomaDurante uno scavo dell’Acea a Roma è stato ritrovato uno scheletro nei pressi della fermata Piramide della metro B a piazzale ostiense.

I tecnici dell’Acea sono rimasti sorpresi quando, durante uno scavo, si sono ritrovati dinnanzi ai resti di un uomo perfettamente conservati. I lavori previsti in piazzale ostiense nei pressi della fermata della Metro BPiramide” sono stati immediatamente interrotti per permettere alla polizia di esaminare lo scheletro. Secondo le prime informazioni giunte è stato escluso che i resti dell’uomo trovati sotto l’asfalto romano possano appartenere ad una persona uccisa di recente.

Nessun crimine recente, dunque, ma un reperto risalente al massimo ad un secolo fa. Una delle ipotesi più probabili è che si possa trattare di un uomo rimasto vittima dei bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Data l’ottima conservazione delle ossa, la vittima non sarebbe stata colpita direttamente dalla deflagrazione, ma potrebbe essere rimasta schiacciata da un cumulo di macerie.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Scheletro trovato nei pressi della metro B a Roma: presto la datazione

Il reparto della scientifica intervenuto a piazzale ostiense ieri per analizzare le ossa ritrovata dai tecnici dell’Acea durante lo scavo, hanno prima recintato la zona. Una volta resa inagibile l’area, hanno effettuato tutti i rilevamenti necessari ad escludere che si trattasse di un omicidio recente. Ulteriori esami verranno effettuati per poter datare le ossa e stabilire in quale periodo di tempo è morta la vittima. Dato lo stato di conservazione delle ossa, in ogni caso, si ritiene che lo scheletro appartenga ad un uomo morto al massimo 100 anni fa.