Home News Chi è Indre Sorokaite: età, carriera, foto, vita privata della pallavolista

Chi è Indre Sorokaite: età, carriera, foto, vita privata della pallavolista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31
CONDIVIDI

Conosciamo meglio la storia di Indre Sorokaite, pallavolista lituana naturalizzata italiana. Tutta la sua avventura per diventare ‘azzurra’

Indre Sorokaite
Screenshot foto Instagram

Nata a Kaunas il 2 luglio 1988, Indre Sorokaite è una pallavolista lituana naturalizzata italiana. Cresce in una famiglia di sportivi con papà Rimas cestista e mamma pallavolista. Indre ha trovato fortuna giocando a volley in Italia, ma in famiglia si tifa davanti alla tv Zalgiris durante le sfide di Eurolega. Indre si è confessata in passato svelato le analogie con il film di Wes Craven, “August Rush, La musica del cuore”: “Spiega in un attimo la sensazione che ho nei confronti della pallavolo e cosa provo quando gioco. Il mio film però lo chiamerei la pallavolo del cuore”. All’età di 15 anni è subito partita la sua carriera andando a giocare a Montesilvano in B2 bruciando subito le tappe. Poi l’esperienza in A2 con il Castelfidardo per poi andare a fare esperienza con la Foppapedretti. Il suo sogno è stato quello di vestire la maglia azzurra visto che è cresciuta, sportivamente parlando, proprio in Italia ma non aveva ancora il passaporto. E così è arrivata la decisione: “Ho sangue lituano e un cuore italiano, è una frase che mi rappresenta e che dico a tutti”.  Tante le squadre con cui ha giocato: da Bergamo a Chieri passando per il San Casciano fino a giocare per l’Imoco, sempre in A1.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI per accedere al servizio di Google News.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🍁🍯🍂

Un post condiviso da Indre Sorokaite (@indresorokaite) in data:

Chi è Indre Sorokaite: la cittadinanza italiana

Il 7 giugno 2013, dopo aver ottenuto la cittadinanza italiana, ha esordito in maglia azzurra ad Alassio con occhi inumiditi come ha raccontato ai microfoni de “Il Corriere dello Sport”: “Qualcuno l’ha vista come una cosa ridicola. Ma per me è stato molto commovente. Erano lacrime di gioia, di felicità, di ringraziamento. In quel minuto così emozionante ho pensato a tutti. La maglia azzurra è un sogno raggiunto, l’anno prima la provavo di nascosto in camera. Ero fierissima di poter cantare l’inno italiano, di sentirmi completamente italiana. Anche se abbiamo perso col Giappone, non dimenticherò mai quella serata”. Infine, ha aggiunto: “Si è quel che si è, non si dimentica da dove si viene.
Scegliere non è stato facile ma io dopo dieci anni che vivo qui ormai mi sento italiana a tutti gli effetti. Voglio avere una casa in Italia, crearmi una famiglia. Non è stata una scelta dettata solo dalla Nazionale. Sono italiana e ne sono fiera perché l’Italia mi rappresenta, mi sento metà e metà in tutto. Ma non era semplice decidere, per la mia cultura, per come sono cresciuta. E ora finalmente ho un’identità”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🌟 Ready for a GOLDEN 2k19!! 🌟 #shinebright #goodvibesonly

Un post condiviso da Indre Sorokaite (@indresorokaite) in data: