Home Curiosità Influenza, come sarà quest’anno? Cosa sapere e come affrontarla

Influenza, come sarà quest’anno? Cosa sapere e come affrontarla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05
CONDIVIDI

L’influenza che arriverà quest’anno come sarà? Ecco cosa sapere e come affrontare il virus.

influenza ottobre

Con l’arrivo del primo freddo si va immediatamente a formulare nella mente di tutti, soprattutto di ipocondriaci, un pensiero: l’influenza. È già alle porte secondo gli studiosi  e i medici e pare che l’influenza che colpirà questo autunno ed inverno sarà meno distribuita. Quindi ci saranno meno casi, ma un pochino più difficili ed insidiosi da superare.

Come sarà l’influenza quest’anno?

Se negli anni passati infatti si parlava di circa 6 milioni di italiani colpiti dall’influenza, quest’anno il numero dovrebbe ridursi. Secondo quanto dichiara Assosalute questa stagione sarà, a livello proprio di influenza, meno insidiosa. Allo stesso tempo però sembra che il virus dell’influenza quest’anno sia doppio. Da una parte abbiamo la h3n2 e dall’altro l’H1N1. Questa soprattutto colpirà i bambini, gli anziani e le persone che hanno un sistema immunitario molto basso. Sarà un pochino più difficile da combattere.

Quali sono i sintomi dell’influenza di quest’anno?

L’influenza inoltre va ricordato che sorgerà con dei sintomi ben specifici, ossia una febbre improvvisa oltre i 38 insieme ad un sintomo come dei dolori muscolari e articolari, un sintomo respiratorio, quindi mal di gola, tosse o naso che cola. Ci sono poi tantissimi altri virus semi influenzali che colpiranno e le stime di quest’anno parlano di un totale di 14 milioni di persone che potrebbero essere colpiti.

Cosa fare in caso di virus influenzale?

Secondo sempre quanto riporta Assosalute, gli italiani si comportano bene quando sono malati. Pare che il 55% si metta a riposo e assuma dei farmaci di automedicazione senza tempestare di telefonate il medico. Mentre è molto importante ricordare che bisognerebbe cercare di non assumere antibiotici. Comunque il vaccino antinfluenzale resta il modo migliore per difendersi da questa virus, soprattutto se il soggetto è particolarmente fragile come bambini o anziani.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!