La Sirenetta, Disney si prende gioco degli hater di Halle Bailey

L’annuncio di Halle Bailey come protagonista de ‘La Sirenetta’ ha generato violente polemiche sul web, ecco come ha risposto la Disney.

Cercando di sfruttare il successo avuto dalle trasposizione cinematografiche dei suoi grandi classici, Disney ha annunciato settimana scorsa che sono cominciate le riprese per la versione in live action de ‘La Sirenetta’. Per il ruolo della protagonista, la bellissima Ariel, è stata scelta l’attrice Halle Bailey, una scelta che ha lasciato con l’amaro in bocca moltissimi appassionati del cartone animato. Trattandosi di una questione di somiglianza alla protagonista del cartone (una ragazza dalla pelle candida e la capigliatura rossa), le polemiche e i commenti astiosi hanno riguardato il colore della pelle della bella attrice e sono sfociate addirittura in una petizione per farle togliere la parte

. Disney, dunque, ha deciso di intervenire in difesa della ragazza, pubblicando una lettera sull’account Twitter del canale ‘Freeform’ di sua proprietà in cui si legge: “Si, l’autore originale de La Sirenetta era danese. Ariel è … una sirena. Vive in un regno sottomarino situato in acque internazionali e può legittimamente nuotare dove diavolo vuole (anche a costo di alterare Re Tritone, suo padre). Ma, giusto per amor di discussione, diciamo che anche Ariel è danese. Le sirene danesi possono essere nere perché anche i danesi possono essere neri. Ariel in qualsiasi momento può andarsene nel mondo di superficie con i suoi amici Scuttle e il granchio giamaicano Sebastian (scusaci Flounder!) e tenersi stretta quella base bronzea. Pensate poi che perfino i danesi neri possono avere – geneticamente!! – i capelli rossi. Ma, attenzione spoiler, il personaggio di Ariel è frutto di finzione. Detto ciò, qualora non riusciste ancora ad accettare la bellissima, incredibile, sensazionale, talentuosa Halle Bailey perché ‘non assomiglia a quella del cartone!’, oh ragazzo, abbiamo delle notizie per te … e riguardano te”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI