Proteggi i leoni africani: la campagna di Walt Disney

Il Re Leone arriva al cinema e Walt Disney lancia una campagna per preservare questo straordinario animale.

leone-campagna-disney-salvaguardia

Con l’uscita nelle sale cinematografiche del nuovo film de Il re leone, la Walt Disney Company ha deciso di dare vita ad una nuova campagna globale per sensibilizzare tutti sulla crisi che minaccia i leoni e gli animali selvatici dell’Africa. La campagna mira a proteggere i leoni africani e vuole puntare ad aumentare la popolazione dei leoni oltre che a migliorare gli habitat consoni alla loro vita.

Come salvare i leoni con la campagna di Walt Disney

Disney aveva già donato più di un milione e mezzo di dollari alla Lion Recovery e ai suoi partner e presto ne arriveranno altri sempre a sostegno della fauna africana e non dei leoni. Intanto i fan potranno anche acquistare i peluche di Simba e Nala, i protagonisti del Re Leone, presso alcuni Disney Store oppure Shop disney.it proprio per contribuire a questa campagna di beneficienza. Sono passati 25 anni dall’uscita della pellicola del Re Leone e da allora a oggi l’Africa perso la metà dei suoi leoni e ne restano soltanto ventimila esemplari, un numero irrisorio se si pensa a quanti ce ne erano in passato. L’idea quindi è quello di aiutare la Lion Recovery Foundation per raddoppiare la popolazione di leoni entro il 2050 sforzandosi di coinvolgere tutti e proteggendo i leoni. Ma la Disney non pensa solo ai leoni, ma tutti gli animali dell’Africa e così, come ha spiegato Elisa Margolis di Walt Disney, la compagnia si impegna a salvaguardare quanto più possibile tutti gli animali a rischio e questa campagna è perfetta per ricordare a tutti l’importanza del cerchio della vita e del ruolo che ognuno di noi deve avere nel creare un mondo in cui questi animali protetti possano vivere felici e nel loro habitat naturale. La fondazione di Walt Disney ha destinato oltre 75 milioni di dollari per salvaguardare i leoni e la fauna africana, ora possiamo fare la nostra parte anche noi!

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Riccardo Sciarretta