Cremona, bimba uccisa: il padre aveva due famiglie


Cremona, bimba uccisa: il padre aveva due famiglie. Sviluppi nelle indagini sulla morte della piccola Gloria hanno portato a scoprire che suo padre aveva, ad insaputa della madre, due famiglie.

Sulla vicenda della piccola Gloria, la bimba di due anni uccisa a coltellate dal padre 27 enne a Cremona lo scorso sabato ci sarebbero degli sviluppi nelle indagini. Sembrerebbe infatti che il padre della piccola avesse due famiglie e che quando la sua compagna lo ha scoperta fossero iniziati dei forti e violenti litigi tra i due.

Bimba uccisa: il padre della piccola Gloria aveva due famiglie

Vi sarebbero degli sviluppi nella vicenda della morte della piccola Gloria. Sembrerebbe infatti che Kouao Jacob Danho, l’uomo ivoriano accusato di aver ucciso sua figlia, avesse una seconda famiglia in Costa D’Avorio, alla quale mandava costantemente del denaro. Cosa che non avrebbe mai confessato alla sua compagna Isabelle Audrey. La donna però aveva scoperto la cosa alcuni mesi fa ed era per questo che tra i due erano iniziati dei violenti litigi. Uno di questi, nei mesi scorsi, aveva costretto al ricovero in ospedale la donna per un timpano rotto a causa delle percosse ricevute. L’uomo era dunque già inquisito per maltrattamenti in famiglia. La piccola Gloria e sua madre infatti erano state per questo affidate ai servizi sociali dal Comune di Cremona e non vivevano più in casa con l’uomo. Si indaga dunque in queste ore per comprendere come sia stato possibile per il padre di Gloria sottrarre la piccola alla struttura nella quale si trovava e come mai non sia stata emessa una misura di custodia cautelare nei suoi confronti per evitare una simile tragedia.

Leggi tutte le notizie su Google News