CONDIVIDI

Tragedia stamattina a Bari, neonato muore dopo parto domestico: “Mamma chiusa in bagno”, si indaga per capire cosa sia accaduto.

neonato muore
(foto pubblico dominio)

Un parto domestico si è trasformato in tragedia a Bari, dove una donna di 43 anni, stamattina all’alba, ha provato a dare alla luce un neonato, ma all’arrivo dei mezzi e degli uomini del Suem 118, il piccolo era già privo di vita. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un parto prematuro, piuttosto che di una tragedia, ma soprattutto sulla vicenda c’è l’ombra terribile di un infanticidio. Sul caso indaga la Polizia, coordinata dalla Procura di Bari.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Neonato morto: chi è la madre

A chiamare i soccorsi, sono stati i coinquilini della donna che stando alle testimonianze si era nel frattempo chiusa in bagno e urlava. Nulla dunque hanno potuto i soccorritori al loro arrivo, ma adesso il pm di turno, Lanfranco Marazia, incaricherà nelle prossime ore un medico legale. Andranno accertate le cause del decesso del bambino e si cerca di capire cosa possa essere accaduto. Nel frattempo, la 43enne è stata ricoverata nel Policlinico di Bari.

Sembra che la mamma fosse schizofrenica e con problemi di obesità e che abbia nascosto la gravidanza sia al compagno che agli altri familiari. Di lei si prendeva cura una coppia, che è stata la stessa che ha lanciato l’allarme stamattina presto. Sul posto, oltre ai sanitari e alla Polizia, anche il medico legale per una prima ispezione cadaverica su quel corpicino di neonato. Ora l’autopsia dovrà chiarire cause della morte e in che modo si è svolto il parto.