CONDIVIDI

Regionali Sardegna, il ministro dell’Interno Matteo Salvini parla da vincitore: “Sei a zero al Pd”, molto male candidato del Movimento 5 Stelle.

regionali sardegna
(screenshot video)

A scrutinio in corso, sembra chiaro che sarà Christian Solinas il nuovo presidente della Regione Sardegna. Un risultato che spinge Matteo Salvini, ministro dell’Interno e leader della Lega, a esultare: “Dalle politiche a oggi se c’è una cosa certa è che su sei consultazioni elettorali, la Lega vince 6 a zero sul Pd. Anche in Sardegna, dopo il Friuli, il Molise, Trento, Bolzano e l’Abruzzo i cittadini hanno scelto di far governare la Lega. E come in Abruzzo anche in Sardegna è la prima volta che ci presentiamo alle Regionali. Grazie a tutti quelli che hanno deciso di darci fiducia”.

GRAZIE!Dalle elezioni politiche a oggi se c’è una cosa certa è che su sei consultazioni elettorali, la Lega vince 6 a…

Pubblicato da Matteo Salvini su Lunedì 25 febbraio 2019

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La Lega sorride, male il Movimento 5 Stelle in Sardegna

Ma se c’è un pezzo di maggioranza, quello leghista, che sorride, dall’altra parte troviamo un Movimento 5 Stelle che esce molto ridimensionato dal voto sardo: alle politiche del 4 marzo 2018, quasi un elettore su due aveva scelto un candidato pentastellato, mentre stavolta il candidato alla presidenza della Regione a stento supera la doppia cifra. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dall’Egitto, invita a non riempire di significato nazionale un voto politico locale.

Ma i mal di pancia nel Movimento 5 Stelle ci sono, eccome. A partire da quelli della senatrice Paola Nugnes, già nelle scorse settimane critica con la linea di Luigi Di Maio, e che oggi chiede che la leadership del ministro dello Sviluppo Economico sia rimessa in discussione: “La leadership di Luigi Di Maio certamente va rimessa in discussione. Non credo che una riorganizzazione calata dall’alto sia la soluzione. Ci vuole una riflessione collettiva che porti ad una discussione profonda con proposte da valutare tutti insieme