CONDIVIDI

Christian Solinas: chi è il nuovo presidente della Regione Sardegna, cresciuto nel Partito Sardo d’Azione ed eletto al Senato con la Lega.

Christian Solinas
Christian Solinas con Matteo Salvini (screenshot video)

Si va delineando il risultato elettorale in Sardegna, dove ieri si è votato per le Regionali: a spoglio ancora in corso, Christian Solinas è in largo vantaggio su Massimo Zedda e sarà dunque il nuovo presidente della Regione. Siamo a poco più di un terzo degli scrutini completati, ma il vantaggio di 14 punti percentuali smentisce l’ipotesi di un testa a testa tra il candidato del centrodestra, risultato vincitore, e lo sconfitto di centrosinistra. Molto distaccato il candidato del Movimento 5 Stelle, Francesco Desogus, che raccoglie tra il 10 e il 12% dei consensi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Christian Solinas: dal Partito sardo d’azione al Parlamento

Classe 1976, cagliaritano di nascita, Christian Solinas è stato Assessore dei Trasporti e consigliere regionale, divenendo anche presidente dell’Ersu (ente regionale sardo per il diritto allo studio). Proprio a quest’ultimo ruolo sono legate le polemiche che lo hanno coinvolto: infatti, sostenendo di possedere una laurea conseguita presso il “Leibniz Business Institute”, istituto non riconosciuto dal Miur e multato due volte per pubblicità ingannevole, aveva firmato alcuni atti con l’appellativo di ‘dottore‘. Più di recente, nel dicembre 2018, ha conseguito poi la laurea in giurisprudenza.

Politicamente, è cresciuto nel Partito Sardo d’Azione, partito politico dalle posizioni indipendentiste che a lungo è stato collocato nel centro sinistra, poi si è spostato verso il centro. Christian Solinas è divenuto segretario del partito nel 2015, favorendone la collocazione nel centro destra. Il 4 marzo 2018, è stato eletto senatore, candidandosi nelle file della Lega di Matteo Salvini. A fine novembre dello scorso anno, viene scelto come candidato alla presidenza della Regione Sardegna, a capo di una coalizione che oltre al Partito Sardo d’Azione racchiude Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e molte formazioni di centro e di centro destra. Il 25 febbraio 2019, infine, arriva l’elezione a presidente della Regione.