Juventus, ecco i tempi di recupero per Khedira dopo i problemi al cuore

Juventus, ecco i tempi di recupero per Khedira dopo i problemi al cuore. Il dirigente bianconero Paratici ha spiegato i tempi di recupero dopo l’ablazione, l’intervento al quale è stato sottoposto il centrocampista tedesco Sami Khedira.

Che cos’è l’aritmia atriale che ha colpito Khedira

Come leggiamo nel sito della clinica Humanitas “la fibrillazione atriale è l’aritmia più diffusa nella popolazione generale e la sua prevalenza tende a crescere con l’aumentare dell’età. Pur non essendo un’aritmia di per sé pericolosa per la vita, può esporre a delle complicanze che, in alcuni casi, possono rivelarsi molto invalidanti. Nella fibrillazione atriale l’attività elettrica degli atri è completamente disorganizzata e non corrisponde a un’attività meccanica efficace. Oltre ai sintomi, talvolta invalidanti, la fibrillazione atriale mette a rischio di eventi trombotici, poiché l’immobilità meccanica degli atrii favorisce la formazione di coaguli che possono in seguito migrare nel circolo cerebrale e provocare ischemie e ictus cerebrale”.