Stasera in tv, Il mondo sulle spalle: anticipazioni del 19 febbraio

anticipazioni del 19 febbraio
(Screenshot Video)

Questa sera, in onda su Rai Uno, ci sarà la fiction ‘Il mondo sulle spalle’ che vede protagonista Beppe Fiorello: trama e anticipazioni del film tv trasmesso oggi 19 febbraio.

La storia che racconta la nuova fiction Rai ‘Il mondo sulle spalle‘ è una biografia di un uomo comune che nella quotidianità è divenuto un eroe per molti. Il film con protagonista Beppe Fiorello, infatti, racconta della storia di Enzo Muscia, un operaio che ha deciso di ricomprare la fabbrica dalla quale era stato licenziato per poter vivere, ma anche per dare un posto di lavoro ad altre 350 persone che come lui erano rimaste senza sostentamento. Ad interpretare Muscia (insignito come Cavaliere al merito della Repubblica) ci sarà Beppe Fiorello, ma questa è una storia corale in cui anche la moglie di Enzo (interpretata da Sara Zanier) e gli altri operai della fabbrica recitano una parte importante. Ecco il cast completo della fiction: Andrea Pennacchi, Stefano Rossi Giordani, Alberto Basaluzzo, Gianluca Gobbi, Viola Sartoretto, Claudia Penoni, Gianluca Ferrato, Antonio Zavatteri, Olivia Manescalchi ed Enrico Ianniello.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il mondo sulle spalle: anticipazioni e trama

La fiction comincia proprio dal momento in cui la ditta francese decide di chiudere i battenti e 350 persone, tra cui l’operaio specializzato Enzo Muscia, rimangono senza lavoro. In quella situazione complicata, Muscia condivide con alcuni colleghi l’idea di riprendere in mano la fabbrica e farla ripartire. Ottenuti i fondi necessari Enzo riassume tutti gli i colleghi ed insieme a loro riesce a far rifiorire lo stabilimento. Nel film ci sarà spazio anche per una narrazione più intima del personaggio: mentre Enzo affrontava le difficoltà lavorative, si è dovuto confrontare anche con delle difficoltà personali quando il primo figlio è nato prematuro ed ha avuto dei problemi di salute.

Sulla storia Beppe Fiorello, in un’intervista concessa a ‘Tv, Sorrisi e Canzoni‘, ha speso delle parole importanti: “Questa storia è come se l’avesse scritta il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Lo stato italiano ha deciso di insignire quest’uomo del titolo di Cavaliere, ordine al merito della Repubblica italiana per il gesto straordinario che ha fatto: ridare dignità alle persone e quindi il lavoro”. Un uomo che ci tiene ancora oggi a precisare che il merito non è solamente suo, ma anche dei colleghi lo hanno aiutato a mettere in pratica la sua idea: “Io ho avuto l’idea di salvare l’azienda ma poi non ho mica fatto tutto da solo”, avrebbe infatti detto Muscia a Fiorello per aiutarlo a creare un’interpretazione reale dei fatti.