Vladimir Putin sfida il campione olimpico di Judo, ma finisce male – VIDEO

(Websource / archivio)

Il leader russo Vladimir Putin ha avuto l’ardire di sfidare a Judo un campione olimpico. Ma ci ha rimesso un dito.

Doveva essere una delle sue prove di forza “muscolare”, nel senso più letterale del termine. Invece è stata, nel migliore dei casi, un bagno di umiltà. Il Presidente russo Vladimir Putin ha preso parte a un’impegnativa sessione di allenamento di Judo sul tatami dello Yug-Sport center di Sochi, città in cui era impegnato per il Trilaterale con Iran e Turchia. Obiettivo: dimostrarsi ancora una volta agli occhi del mondo come uno sportivo aitante e un uomo “duro”.

E così, con la spavalderia che gli è propria, il capo di Stato 66enne ha sfidato il campione olimpico Beslan Mudranov: un vero e proprio mostro sacro della disciplina. Purtroppo per lui, l’azzardo di una presa al bavero gli è costato un piccolo infortunio al dito, il che non gli ha comunque impedito di proseguire l’allenamento. Putin è stato infatti immediatamente bendato e poco dopo è tornato sul “ring”. Di sicuro con più attenzione di prima…

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’omaggio di Putin alla leggenda italiana

Lo scorso giovedì a Sochi, nel 2014 sede dei Giochi invernali, lo stesso Putin si era allenato per tre ore con la Nazionale russa guidata da Ezio Gamba, il 60enne bresciano che continua a scendere sul tatami e sfoderare incredibili performance. All’olimpionico di Mosca 1980 (e argento a Los Angeles 4 anni dopo), tra l’altro, il 10 gennaio 2016 Putin aveva consegnato il passaporto russo con tanto di cerimonia ufficiale al Cremlino per i meriti acquisiti come responsabile della Nazionale di judo.

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/ORWlbRhjuig” frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen></iframe>

EDS